Brecsia: al Forza e Costanza il “vintage” incorona Benevolo/Valerio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Cambia il compagno? Nessun problema. L’importante, per Luigi Benevolo e Paolo Valerio, è solamente non perdere il feeling con le racchette di legno, elemento vintage per eccellenza nel mondo del tennis, tornato d’attualità per un week-end sulla terra del Tennis Forza e Costanza di Brescia. Come da tradizione nata nel 2011 e prossima a spegnere dieci candeline nel 2020, sui campi del Castello quello appena trascorso è stato il fine settimana del torneo “Once Upon a Time”, che riporta i giocatori indietro nel tempo, obbligandoli ad abiti bianchi e telai di una volta, rigorosamente di legno.

Un evento, imitato da numerosi club italiani, che diventa sempre più ambito e che anche quest’anno ha incoronato due volti familiari, già presenti nell’albo d’oro. Sia Benevolo sia Valerio avevano già conquistato l’evento in due occasioni (2015 e 2016 per il primo; 2014 e 2018 per il secondo), ma sempre con compagni diversi: rispettivamente Diego Costantini e Claudio Bocchi. L’assenza di Bocchi ha rimescolato le coppie, ma i due non si sono fatti problemi, conquistando il terzo titolo e agguantando il “recordman” Costantini, campione per tre anni di fila fra 2015 e 2017.

Quest’ultimo ha sfiorato il poker, superando la fase a gironi in coppia con Marco Brambati e guadagnandosi l’accesso in finale, ma nel match decisivo – giocato sulla distanza di un set unico, come tutti gli altri incontri – i più forti si sono rivelati Benevolo e Valerio, a segno con il punteggio di 6-4. Nel complesso, malgrado qualche defezione dell’ultima ora abbia complicato i piani degli organizzatori, quello del Forza e Costanza è stato un week-end positivo, impreziosito dalla cena di sabato sera con tutti i partecipanti alla manifestazione. “Un tuffo nel passato – ha detto Alberto Paris, responsabile tecnico del Forza e Costanza – fa sempre piacere. Grazie all’utilizzo delle racchette di legno si vede un tennis diverso rispetto a quello a cui siamo abituati al giorno d’oggi, visto che aumenta l'importanza della tecnica e cala la potenza: così l’evento piace sempre a tutti i partecipanti”. La manifestazione ha chiuso il programma estivo sui campi della sede del Castello, spostando di nuovo il fulcro dell’attività del club nella struttura di via Signorini, dove è appena ripresa la scuola tennis. Ma in Castello si tornerà in primavera, con tanti altri eventi in calendario e con questo “Once Upon a Time” pronto a tagliare il traguardo delle dieci edizioni.

Torna su
BresciaToday è in caricamento