Tennis: tris d'assi a Sirmione per l'open di tennis

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Alla Polisportiva Sirmione gongolano già, e ne hanno tutto il diritto. Perché se le premesse in vista del “1° Trofeo Sirmione - La perla del Lago di Garda” erano ottime, le certezze a 24 ore dal via sono ancora meglio. Con tanta, tanta qualità. Fra i 64 nomi già nell’entry list dell’Open femminile da 5.000 euro di montepremi, ancora da ultimare visto che le seconda categoria avranno tempo per iscriversi fino a domenica alle 12, ci sono oltre 40 “Seconda”, capeggiate da un terzetto di giocatrici abituate a competere solo a livello internazionale.

Fra le sicure protagoniste, pronte a sbarcare sulle rive del Garda, il nome più altisonante è quello della 26enne argentina Catalina Pella, una che vanta addirittura un quarto di finale nel circuito maggiore Wta, nel 2016 a Bogotà (Colombia). Tre anni dopo la sudamericana - sorella di Guido, n.22 al mondo fra gli uomini - è n.496 delle classifiche mondiali, con un best ranking alla 173esima posizione, e a Sirmione promette spettacolo. Oltre a lei, c’è grande attesa anche per la presenza delle 2.1 Camilla Scala e Federica Di Sarra: due giocatrici dotate di un talento enorme mai sfruttato fino in fondo. La prima, 24enne romagnola da anni trapiantata in Lombardia, è 549 Wta e sta vivendo un ottimo periodo, come dimostra il titolo Itf vinto ad aprile in Turchia, seguito da una semifinale nel 25 mila dollari di Roma.

La seconda, 29 anni da Latina, è invece numero 504 al mondo e in carriera, fra singolare e doppio, ha vinto la bellezza di 23 titoli internazionali. Per vederle in azione, così come le oltre venti giocatrici di classifica 2.3 e /2.4 al via, bisognerà attendere la prossima settimana. Ma il torneo scatta già venerdì 24 maggio, col primo week-end dedicato agli incontri di Quarta e Terza categoria. Un bell’antipasto in vista di una settimana davvero imperdibile.

Torna su
BresciaToday è in caricamento