Bari-Brescia, le pagelle. Troppi gol sbagliati, e così non si vince

Qualche insufficienza di troppo, sorprende quella del capitano: ma la squadra in realtà non gioca male, ma è davvero troppo alto il bilancio dei gol sbagliati

Arcari 6,5: Anche oggi ne para tante, forse troppe, sa sempre come guardarli in faccia gli avversari, spesso li ipnotizza, spesso è proprio bravo.

Zambelli 5: Fa quasi specie lo Zambelli da insufficienza, ma ci sono quelle serate no, ci siamo passati tutti. Meno lucido del solito, ha sui piedi due ottime occasioni, ha qualche colpa sul gol, comincia la ripresa con l’affanno del primo tempo, e non se lo toglie più di dosso.

De Maio 6,5: Nel primo tempo non sbaglia un anticipo, che sia di testa o di piede, quasi leggesse gli occhi e la mente di chi gli sta di fronte. Paga la stanchezza, e qualche ritardo nel finale.

Salamon 6,5: Proprio vero, ormai è padrone di un ruolo che non gli pareva consono, e dirige l’orchestra difensiva con esperienza che sembra innata. Ci mette sempre il fisico, di testa le prende tutte, l’assist per Daprelà non dimentichiamoci che è di sua proprietà.

Stovini 5,5: Come fu a Novara, paga la velocità degli avversari, deve sopperire con l’esperienza, con la tattica di uno che comunque di partite ne ha giocate. Si innervosisce un po’, questo è vero.

Daprelà 7: Il gol arriva subito, meritato oppure no, poi deve coprire prima di tutto, rinuncia alla trequarti avversaria e si piazza più indietro, salva sulla linea la palla di Caputo, e anche questo è come un gol.

Budel 6,5: Il migliore là in mezzo, metronomo che ragiona con la calma dei giusti, inventa deliziosi palloni, smarca uomini e compagni.

Lasik 5,5: Appannato, forse stanco del viaggio, forse appena fuori ritmo. Quantità, ma solo a momenti alterni.

Scaglia 6: Ha sulla coscienza un’occasionissima sbagliata, a tu per tu con il portiere e con un paio di compagni liberi sulla destra. Ma ci mette notevole impegno, nel primo tempo recupera una bella mole di palloni. Al suo posto Rossi 5, sbaglia un gol clamoroso.

Saba 5,5: Alla prima da titolare non brilla come ci si aspetta. Bravo in termini di quantità, un po’ meno quando deve inventare, sbaglia passaggi per lui troppo facili. Al suo posto Corvia 5, di testa avrebbe il tempo di insaccare, e invece la palla va fuori.

Caracciolo 6,5: Non può segnare sempre, ma a questo punto dovrebbe. Uomo di riferimento per squadra e allenatore, tra centrocampo e attacco. Manca il gol per un soffio, prende pure un incrocio da 30 metri almeno.

Calori 6,5: Mettetela come volete, con una punta sola il gioco lo fa il Brescia. Se non fosse per tutti quegli errori la partita la si sarebbe chiusa e vinta, e il favellar toscano è un riconoscimento al bravo Calori.

BARI: Lamanna 6,5, Sabelli 5,5, Ceppitelli 6, Dos Santos 6, Polenta 6,5 (’85 Borghese sv), Defendi 6, Romizi 5,5, Bellomo 7, Galano 6,5 (’66 Sciaudone sv), Caputo 6,5, Iunco (’82 Albadoro sv) 6 All. Torrente 6

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vomita sangue in classe, muore dopo essere stato dimesso: 5 medici a processo

  • Serpente di un metro e mezzo in classe: panico tra i bimbi della scuola elementare

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Fabio Volo nella bufera per i commenti su Ariana Grande: la sua replica

  • Attraversa l'autostrada, ucciso da un tir: famiglia devastata, era padre di due bimbi

  • Aperitivi e cocaina: arrestato barista, chiuso il locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento