Cammi Calvisano a un passo dal titolo: sabato il secondo match

Dopo la bella vittoria in casa dei Cavalieri di Prato la squadra di coach Cavinato raduna tutte le energie, fisiche e mentali, per portarsi a casa il terzo scudetto della storia. Basterà un pareggio, ma attenti alla remuntada

Paul Griffen - © RugbyCalvisano

Dopo aver chiuso alla grande un campionato di per sé straordinario, con un primo posto a quota 65 punti (con 14 vittorie!) il Rugby Calvisano ha davvero ipotecato lo scudetto, il terzo della sua storia, con una splendida vittoria in terra toscana. La prima gara della serie di finale dell’Eccellenza 2012 si chiude infatti con un risicato 27 a 22 per gli ospiti bresciani, bravi a rimontare lo svantaggio del primo tempo grazie al solito Griffen, giudicato Man of the Match, e un gioco di squadra che vale davvero il prezzo del biglietto, la meta di Bergamo e le due mete tecniche che alla fine chiudono il match.

Lo scudetto è ora più vicino, in vista della prossima gara, a questo punto decisiva. “Sabato prossimo, sul campo di casa del San Michele – spiegano dal sito ufficiale del Cammi Calvisano – sarà sufficiente un pareggio per chiudere i conti e conquistare il terzo titolo di Campione d’Italia della propria storia”. Gli Estra I Cavalieri Prato dovranno invece dare il tutto per tutto per riconquistarsi la possibilità di giocarsi la terza partita, e dunque vincere ad ogni costo.


“Infatti non abbiamo ancora vinto nulla – ha spiegato coach Andrea Cavinato – Giocando in casa sabato avremo tutto da perdere. Dovremo essere bravi a non metterci pressione da soli, fare un rugby concreto come quello della gara di andata”. Pronta la risposta di Filippo Frati, pronto a scendere in campo da titolare per tentare una difficile remuntada: “Dobbiamo farci delle domande circa la tenuta fisica e mentale della nostra squadra. Ma non è ancora finita, per vincere lo scudetto dobbiamo vincere due volte di fila a Calvisano, abbiamo le qualità per riuscirci”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

  • Maltempo, arriva forte peggioramento: pioggia e abbondanti nevicate

Torna su
BresciaToday è in caricamento