Noi ci crediamo, e tu? La campagna abbonamenti della Basket Leonessa

Nuovi settori numerati, nuove agevolazioni, la prelazione per i vecchi abbonati e la tessera Gold: la Centrale del Latte Basket Brescia chiama a raccolta i tifosi in vista della difficilissima stagione in arrivo in Lega Due. Il 16 agosto il raduno della squadra

Ottavio Ferenzena, Ario Costa e Ivan Maranta

La Centrale del Latte Basket Brescia Leonessa non si è mai fermata a guardare, fin dalla fine della scorsa stagione. Una campagna acquisti che alcuni tifosi amano definire sontuosa, il rinnovamento e rafforzamento della squadra che scenderà in campo e della squadra che compone lo staff, a cui si unisce una campagna abbonamenti finalizzata a fornire ai (si spera) tanti tifosi bresciani la più ampia gamma di scelte, inserendo nell’offerta anche un nuovo settore numerato a prezzi concorrenziali, un pacchetto agevolato per i nuclei familiari e per le famiglie dei ragazzi del settore giovanile, anche mini basket. Noi ci crediamo, e tu? Questo lo slogan che apre la conferenza stampa sulla nuova campagna abbonamenti, presentata nel pomeriggio di ieri nella sede di Infotre in Via Orzinuovi: non sono mancati il presidente Graziella Bragaglio e il direttore generale del main sponsor, il latte della Centrale, Andrea Bartolozzi, oltre al dg della Leonessa Basket Ario Costa, il consulente di marketing Ottavio Ferenzena e l’amministratore delegato di Infotre Ivan Maranta.

La nuova partnership con Infotre è la prima grande novità, che abbraccia sia il ticketing domenicale che la campagna abbonamenti vera e propria. Infotre è leader in Italia nella fornitura di prodotti come i registratori di cassa o le più moderne soluzioni software, presente a Brescia e Provincia anche con Infoemotion: 80 monitor (in centri commerciali e sportivi ed uffici pubblici) che la Leonessa Basket Brescia utilizzerà anche per pubblicizzare la ‘caccia’ all’abbonato (con 4mila passaggi in poco meno di due mesi) e per lanciare qualche messaggio di richiamo anche nel corso della stagione. “Essere in LegaDue comporta una crescita – commenta infatti Ottavio Ferenzena – e questo è un modo efficace per ampliare e veicolare i nostri messaggi. ‘Noi ci crediamo’ significa che noi crediamo alla Lega Due, alla promozione che ci siamo conquistati e meritati, al progetto che assorbe l’impegno di tutti. ‘E tu?’ invece è una piccola provocazione per avvicinare i tifosi e gli appassionati”.

Il costo degli abbonamenti va dai 120 euro per l’intero della curva ai 420 della parterre, con i prezzi famiglia e i prezzi ridotti (per bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni), oltre alla tessera Silver (per i genitori dei tesserati Leonessa e Virtus Brescia, solo curva) e la tessera Gold, una specie di tessera sostenitore. Inoltre la speciale prelazione per i vecchi abbonati, o meglio i tifosi di sempre, che fino al 3 settembre avranno garantito lo stesso posto della stagione passata. Per tutte le informazioni vi rimandiamo alla pagina dedicata. “Siamo ben felici di farvi entrare in una grande famiglia – conclude infine il dg Ario Costa – che ogni domenica può regalare emozioni e sensazioni alla città. Più siamo e meglio stiamo!”. E poi due parole sulla tessera Gold: “Va al di fuori di ogni logica di prezzo (costa 600 euro, ndr) ma è un modo per essere molto vicini, anzi vicinissimi, alla squadra e alla società”.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento