Braccio di ferro: il campione mondiale è bresciano

Al titolo di Campione europeo ha aggiunto quello di Campione del mondo nel World Armwrestling Cup 2019 di Zagabria

Fonte: Federazione Italiana Braccio di Ferro S.B.F.I.

Manuel "Roccia" Battaglia: è lui il più forte al mondo del braccio di ferro. Ha 29 anni, e viene dalla provincia di Brescia, da Lonato del Garda. Di professione agricoltore nell'azienda di famiglia, «Bontà Caprina», è un veterano della specialità, e quest'anno ha centrato il bersaglio grosso. 

Il braccio di ferro è uno sport in Italia ancora non troppo conosciuto, a differenza - ad esempio - dei paesi dell'est Europa. Solo muscoli? No, Manuel assicura che c'è molto di più. Sulle colonne di Bresciaoggi - dove è riportata la notizia - l'atleta ha raccontato l'emozione della vittoria nel recente World Armwrestling Cup 2019 di Zagabria: «Non nego l'emozione dell'avventura di Zagabria perché nei paesi dell'est questa pratica sportiva è molto più diffusa che da noi dove per vincere si considerano solo i muscoli. Non è così. Invece bisogna usare la testa, conoscere le mosse dell'avversario, calibrare la forza e allenarsi costantemente. Il braccio di ferro è uno sport complesso, non un passatempo da bar». Manuel si augura che la specialità abbia sempre maggior rilevanza anche nel nostro paese: «Mi auguro che la mia vittoria sia propedeutica per far crescere questa pratica sportiva in tutta Italia». Di sicuro i suoi successi aiuteranno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento