Lo spettacolo del Giro tra Valcamonica e Sebino: oggi l'arrivo bresciano

Tutti i dettagli della sedicesima tappa che da Lovere arriverà a Ponte di Legno, dopo 194 chilometri di salite e discese mozzafiato

Instagram@giroditalia

Lo spettacolo del Giro d'Italia è arrivato anche a Brescia, sul lago d'Iseo e in Valle Camonica, fino all'arrivo di Ponte di Legno: già da stamattina all'alba è stato allestito il “village” da cui prenderanno il via i ciclisti in gara per la sedicesima tappa della corsa rosa. A ranghi ridotti, per motivi legati al muro di neve che hanno costretto gli organizzatori a tagliare sia il Passo del Gavia che la Cima Coppi, ma comunque spettacolare: nei 194 chilometri di martedì 28 maggio si potrebbe decidere il Giro. O quasi.

Il percorso della tappa

E' una tappa alpina da 194 chilometri, con circa 4800 metri di dislivello. Si parte (in salita) da Lovere verso Rovetta, poi il Passo della Presolana e la Croce di Salven. Superata questa, si varca il confine con la Valle Camonica: si sale fino a Cedegolo, per scalare l'inedita salita di Cevo. In discesa su Demo e poi via verso Edolo, dove la corsa svolta per l'Aprica (via Santicolo). Discesa fino a Tirano e quindi risalita della valle, fino a Mazzo di Valtellina per scalare il celebre Passo del Mortirolo, dal versante classico con pendenze fino al 18%. Dopo la discesa su Monno la corsa risale gli ultimi 15 chilometri con pendenze blande (dal 3 al 4% di media) fino all'arrivo.

Partenza e arrivo, gli orari

Gli ultimi chilometri della tappa attraversano l'abitato di Ponte di Legno, con diverse curve ad angolo retto (e strada ristretta) che immettono nei vialoni del finale. L'arrivo è tutto in rettilinea: 300 metri su asfalto, e larghezza strada di almeno 6 metri. Gli orari e i passaggi ovviamente hanno subito delle variazioni, con la modifica del percorso, rispetto a quelli preventivati. Per i tifosi, il village ha aperto già dalle 7.10, la tappa prende il via alle 11.35, i primi arrivi previsti a Ponte di Legno intorno alle 17.

La classifica

La classifica generale del Giro d'Italia 2019 vede al momento in testa Richard Carapaz della Movistar, con un vantaggio di 47 secondi su Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) e di 1 minuto e 47 secondi su Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida). Appena giù dal podio Rafal Maika della Bora-Hansgrohe, a 2 minuti e 35 secondi, e Mikel Landa, ancora Movistar, a 3 minuti e 15. Seguono Bauke Mollema (Trek-Segafredo) a 3 minuti e 38 e Jan Polanc (Team Emirates) a 4 minuti e 12, ex Maglia Rosa di questo Giro.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Pannelli fotovoltaici a Brescia: come funzionano e quali sono i vantaggi

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

  • Ragazzo di 16 anni gravissimo dopo un tuffo: trauma spinale, rischia la paralisi

  • Esce dalla villa per andare in edicola, imprenditore travolto e ucciso da una moto

  • Bambina bresciana sparisce in spiaggia, incubo per mamma e papà

Torna su
BresciaToday è in caricamento