Gianni Infantino: è “bresciano” il nuovo capo del calcio mondiale

Successore di Blatter, ex segretario dell'Uefa, Gianni Infantino è stato eletto presidente della Fifa. Sua madre è di Piamborno, in Valle Camonica

Con 115 voti, quando per essere eletti ne bastavano 104, Gianni Infantino è stato eletto presidente della Fifa. Svizzero, nato a Briga il 23 marzo 1970, il nuovo capo del calcio mondiale ha origini italiane, anzi addirittura bresciane: suo padre Aldo infatti è arrivato in Svizzera da Reggio Calabria, sua madre, Marì Minolfi, da Piamborno di Piancogno, in Valle Camonica. 

Ex segretario generale dell’Uefa, strettissimo collaboratore di Platini (finito nei guai assieme a Blatter), Infantino nell’elezione di ieri ha superato ampiamente i suoi rivali, lo sceicco Al Khalifa, che ha ottenuto 88 voti, il principe Ali bin al-Hussein e Jerome Champagne, che hanno ricevuto rispettivamente 4 e 0 voti.  

Infantino parla correntemente sei lingue, è sposato ed ha quattro figlie. Oltre ad essere da sempre tifoso dell’Inter, il nuovo presidente della Fifa ha spesso dichiarato di seguire con simpatia le sorti del Darfo Boario, la principale squadra della Vallecamonica. Fino a qualche tempo fa Infantino tornava ogni estate nel paese d’origine di sua madre, dove ha ancora diversi parenti. 

Potrebbe interessarti

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Coffin Nails: le unghie a ballerina, la moda del momento

  • Ats Brescia: Commissione medica per le patenti di guida

  • Le migliori gelaterie di Brescia

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Orzinuovi, morta ragazza di 20 anni

  • Neopatentato tampona con l'auto una moto, biker muore sul colpo

  • Droga, scarsa igiene, lavoratori irregolari: chiusa discoteca

  • Terribile incidente stradale: grave una ragazza, code chilometriche

  • Imprenditore fermato con 20 grammi di cocaina: "Lavoro troppo, mi serve"

  • L’auto sbanda e si schianta: giovane barista muore sul colpo

Torna su
BresciaToday è in caricamento