Ragazzo muore nel sonno a 18 anni: "Non ci sono parole per il nostro dolore"

Aveva solo 18 anni Enrico Bosio, morto nel sonno nella notte tra domenica e lunedì: a trovarlo senza vita la madre. Giovedì mattina i funerali

“Ciao Enrico. Non esistono parole al mondo per poter esprimere il dolore che ci travolge”. Comincia così la commovente lettera dei Lions del Chiese, la squadra di basket in cui giocava Enrico Bosio di Asola, morto nel sonno ad appena 18 anni: era molto conosciuto anche tra i giovani cestisti bresciani, dopo le tante trasferte in provincia con la maglia numero 12 indosso.

Lunedì mattina la tragica scoperta: la madre come ogni giorno l'ha chiamato per fare colazione. Erano circa le 8, Enrico non rispondeva: lo ha trovato privo di sensi nel suo letto, che non respirava. Subito la chiamata al 112, i soccorsi che arrivano sul posto in pochi minuti. Niente da fare, purtroppo: era morto già da un paio d'ore.

All'improvviso, senza motivo: a 18 anni c'è tutta una vita davanti. Non aveva mai avuto problemi, non era mai stato male: pare che negli ultimi giorni fosse un po' affaticato, era stato verificato un battito cardiaco appena accelerato. Domenica aveva passato la serata in casa, a guardare la televisione sul divano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • Strangolata al parco: fermato ragazzo di 29 anni, è accusato di omicidio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

Torna su
BresciaToday è in caricamento