Calcioscommesse: si indaga anche su Brescia-Bologna del 2 aprile

Un'altra partita delle Rondinelle finisce sotto il mirino della procura di Cremona. E' il match contro il Bologna del 2 aprile 2011, vinto 3 a 1 dal Brescia. Per ora, però, nessun giocatore bresciano risulta essere indagato

Ancora sospetti sulle partite del Brescia Calcio. A finire sotto la lente degli inquirenti sarebbe questa volta la partita con il Bologna del 2 aprile 2011, giocata al Rigamonti e finita 3 a 1 per le Rondinelle. La partita, sempre a detta dei giudici, sarebbe stata oggetto di un flusso anonimo di scommesse. Altre due procure italiane, Bari e Napoli, hanno aperto analoghi filoni d'inchiesta su questi movimenti di denaro.

Bisogna dire che per ora nessuno calciatore tesserato col Brescia è sotto indagine. Le partite delle Rondinelle finite nella tempesta dello scandalo calcioscommesse sollevato dalla procura di Cremona sono però numerose: Brescia-Chievo (0-3, il 30 gennaio 2011); Brescia-Bari (2-0, il 6 febbraio) e Brescia-Lecce (2-2, il 27 febbraio). Ora si attende una fondamentale rogatoria dalla Svizzera riguardante gli spostamenti di denaro dai «cinesi» con base a Singapore ai «bolognesi» che scommettevano in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Travolta e investita da un camion sulle strisce pedonali: donna muore sul colpo

Torna su
BresciaToday è in caricamento