Clamoroso Caracciolo: “Potrei restare. Al 50%”

Il centravanti biancoblu non è mai sceso in campo, nemmeno un minuto nelle tante amichevoli. Ma ora le cose cambiano, e in un'intervista dichiara che potrebbe restare: "Nessun problema a rimanere"

La telenovela calcistica di Andrea Caracciolo è ancora senza un finale preciso, ora che mancano davvero pochi giorni alla chiusura definitiva del mercato estivo italiano. Le parole di Gino Corioni, molto esplicite (“Chi non se ne va resta in tribuna”) di certo non aiutano l’Airone biancoblu, tanto corteggiato ad inizio estate e poi un po’ abbandonato. Ora come ora, ha dichiarato in un’intervista, potrebbe addirittura restare a Brescia.

“Se avessi accettato la Dinamo Kiev a quest’ora non sarei in questa situazione – commenta Caracciolo con un po’ di amarezza – Ma non mi pento di quel rifiuto. Mia moglie a novembre partorirà due gemelli, e io voglio che i miei bambini crescano in Italia, e che i nonni possano raggiungerli facilmente. Sono solo stato coerente”.

Adesso l’ipotesi di rimanere non è poi tanto campata in aria: “Il Brescia deve monetizzare, e io sono uno dei pochi giocatori della rosa che può portare soldi in cassa. Ma il mio ingaggio si è ridotto notevolmente, per me non ci sono problemi a restare. Diciamo al 50%”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento