Brescia-Padova, le pagelle. Quando un gol non basta

Prestazioni altalenanti dei ragazzi in biancoblu, mentre il Padova controlla la gara senza nemmeno correre troppo. I migliori? Zambelli e Daprelà, in avanti Jonathas è nervoso, El Kaddouri discontinuo

Arcari 6,5: Potrebbe fare di più sul primo gol, è incolpevole sul secondo. Poco dopo compie una gran parata, forse l’unica della gara. Peccato per l’imbattibilità.

Zambelli 7: Gran dominatore della fascia destra, come al solito non riesce a mettere i cross come vorrebbe. Gran corsa, grandi iniziative, nel primo tempo recupera una marea di palloni, da incorniciare la scivolata del minuto 37. Paga la stanchezza.

De Maio 6: Il Padova non ha creato poi così tanto, si limita a lanciarla lunga e quando serve c’è sempre. Con il trio difensivo si divide la responsabilità per il gol di Trevisan.

Caldirola 5: Cacia lo punta fin da subito, capisce che non è troppo in serata. E poi Trevisan doveva marcarlo lui..

Martinez 5,5: Appena meglio di Caldirola, ma è una serata di confusione.

Daprelà 7,5: Lottatore, dal primo all’ultimo. Nei limiti delle sue capacità propone grandi progressioni, salta pure qualche uomo. Trascinato (anche) dal nervosismo, si guadagna un numero imprecisato di punizioni sulla trequarti avversaria.

Salamon 6: Forse il migliore del centrocampo, e questo dice tutto. Diciamo che si limita agli anticipi, spesso di testa. Ad inizio ripresa un bel lancio per Piovaccari, che per poco non aggancia.

Martina Rini 5,5: Primo tempo da dimenticare, cresce nella ripresa. Si improvvisa trequartista nei primi minuti quando scarta due uomini, sfiora l’incrocio dei pali con una gran botta alla mezzora. Al suo posto Cordova sv

El Kaddouri 5,5: Quando un gol non basta. Come nei momenti peggiori della stagione alterna grandi giocate a momenti di buio. Sfortunato nel primo tempo quando al volo (e di sinistro!) sfiora il meritato pari.

Jonathas 5: Troppo nervoso, lo si capisce subito. Si incespica un paio di volte, va al cross quando può. Ma non combina niente di buono, tranne una bella occasione nel finale.

Piovaccari 6: Il più arzillo là davanti, affamato di gol. Tenta una rovesciata da manuale, bella da vedere e niente più. Manca l’aggancio in area in due occasioni. Al suo posto Feczesin 5, non incide.

Calori 5: Una sconfitta dopo dieci partite ci sta. Non si capisce come mai decida di schierare le due punte proprio nella gara più difficile. E adesso si comincia a far sul serio.

PADOVA: Perin 6,5, Donati 6, Legati 6, Trevisan 7, Renzetti 4,5 (’46 Franco 5), Bovo 6,5, Italiano 6,5 (’85 Marcolini sv), Cuffa 7, Bentivoglio 7, Cacia 7, Hallenius 7 (’73 Succi sv). All. Dal Canto 7,5

Potrebbe interessarti

  • Come coltivare i pomodori nell’orto

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • Biscotto di anguilla, baguette di lumache: i migliori ristoranti bresciani per il Gambero Rosso

  • Bagno al lago dopo i pasti: ma c’è davvero da aspettare 3 ore?

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Commerciante e padre di famiglia, muore il giorno del suo compleanno

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

  • Morte di Jennifer, la donna che l’ha investita accusata di omicidio stradale

  • Stritolato dai rulli del laminatoio, operaio perde la vita in fabbrica

Torna su
BresciaToday è in caricamento