Il nuovo stadio del Brescia? Pazza idea per un futuro cinese

La Greentown China Holdings Limited sarebbe pronta a investire milionate di euro per la costruzione del nuovo impianto delle Rondinelle. Primi contatti in città, tra scetticismo e smentite. Ma in tanti si chiedono: "Perché no?"

Lo stadio di Hangzhou

La crescita a doppia cifra della Cina moderna preoccupa mercati e Governi, mentre l’Occidente annaspa con la crisi del debito pubblico, i tagli ai servizi sociali, le proteste degli indignati.. Anche la Brescia sportiva non se la passa benissimo, e i fasti del Brescia Calcio del passato sembrano ormai lontani e irripetibili. Tanto che il nuovo stadio non s’ha da fare, e dopo il ‘buco’ di Castenedolo anche la tanto richiesta (ma tanto criticata) Cittadella dello Sport è ancora ferma ai box. Senza un cambio gomme decente.

Qualche giorno fa è emersa qualche piccola indiscrezione, ripresa dall’edizione locale del Corriere della Sera. Per la costruzione del nuovo stadio, dal progetto agli investimenti, avrebbe bussato alle porte della Leonessa d’Italia una piccola grande holding con sede a Hangzhou, proprio nel pieno di quella Cina moderna piena di capitali, con una liquidità da fare invidia a buona parte delle banche occidentali.

Stiamo parlando della Greentown China Holdings Limited: “Ha forzieri capienti – scrive Evandro Lussignoli – e spalle robuste, e nel proprio Dna imprenditoriale la vocazione a investire in immobili, stadi e squadre di calcio”. Possiede il secondo club calcistico cinese, lo Hangzhou Nabel Greentown FC, a cui ha costruito uno stadio avveniristico che può contenere fino a 50mila spettatori.

Obiettivo non troppo velato, “fare di Brescia la testa di ponte per uno sbarco in grande stile in Italia”. Ma perché proprio Brescia? Lo racconta al Corriere Alessandro Gallina, l’intermediario designato per il possibile sbarco del Dragone in terra bresciana. “Il nome di Baggio è un passaporto mondiale. Dire che il Brescia è stata l’ultima squadra dove ha giocato Baggio significa trovare subito in Cina attenzione e porte aperte”.

E ancora: “Per i cinesi sbarcare a Brescia equivale a essere contemporaneamente a Milano e Venezia. E a sole tre ore da Roma”. Forse è ancora fanta edilizia, ma visti i tempi.. perché no?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento