Donnarumma spaventa i bianconeri, ma al Rigamonti passa la Juventus

Brescia da applausi, già in vantaggio al quarto minuto di gioco, ma la più che soddisfacente prestazione delle Rondinelle non basta a fermare la corazzata bianconera che passa per 2-1

Balotelli abbraccia Donnarumma dopo il gol (fonte: Brescia Calcio BSFC - Facebook)

Ci sono gli applausi, meritatissimi, del folto pubblico del Rigamonti. Ma non la vittoria. Il big match sfugge alle Rondinelle e il successo viene incassato dalla favoritissima Juventus, che si riprende pure la testa della classifica di serie A. In quella che era una serata di festa, tanto attesa dalla città, c'e stato anche lo spazio per sognare una grande impresa degli uomini di Corini, grazie a Donnarumma già in rete al quarto minuto di gioco. Le rondinelle hanno spaventato la formazione di Sarri per 40 minuti, poi è arrivata l'autorete di Chancellor che ha sancito il pareggio e, nella ripresa, il gol di Pjanic su punizione. Giusto così, perché i bianconeri di occasioni ne hanno create parecchie: 12 in totale, equamente distribuite nelle due frazioni di gioco.

Un primo tempo da sogno

Ottima partenza per i padroni di casa che hanno segnato dopo soli 4 giri di orologio. Un'ottima ripartenza avviata da Tonali, e ben portata avanti da Romulo, ha consegnato a Donnarumma la palla per bucare la rete bianconera. Il destro del bomber ha spiazzato Szczesny e il Rigamonti è andato in visibilio.

Al 9' gli ospiti hanno avuto una buona chance con Rabiot, al 17' con Khedira. Pochi minuti dopo è stato il Brescia ad avere un'altra occasione con Balotelli, alla prima uscita con la maglia biancoazzurra, che ha servito bene Bisoli: è però mancata la conclusione di Romulo. Juventus pericolosissima al 25' con Higuain, ma l'arbitro ha fermato tutto per fuorigioco. Prima del pareggio, arrivato al 40' con l'autogol di Chancellor da corner, c'è stata ancora un'occasione per Balotelli, che al 30' ha costretto Szczesny a una gran parata. 

L'impresa sfumata nella ripresa

Nella seconda frazione di gioco, la tecnica e il fraseggio degli ospiti hanno cominciato a pesare: dopo un'occaione sfumata al 9', i bianconeri hanno segnato il gol del definitivo 2- 1 con un colpo al volo di Pjanic su punizione. Solo dopo la mezzora le rondinelle sono tornate a farsi sentire, sfiorando il pareggio in due occasioni: al 31' con Bisoli e al 33' con Romulo. Prima del triplice fischio c'è stato ancora spazio per gli ospiti: a pochi secondi dallo scadere hanno pure sfiorato il tris con Higuain. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

Torna su
BresciaToday è in caricamento