Brescia imbattuto e con la testa ai playoff: «Momento magico»

Alessandro Calori suona la carica: "Momento più che positivo, dobbiamo essere bravi a cavalcare l'onda". Lunedì pomeriggio il posticipo con il Gubbio, partita da non sottovalutare. All'andata un 'magro' pareggio

Che vittoria con il Toro!

Il Brescia vola alto, così alto che quasi ci vengono le vertigini. Con il Torino la partita della maturità, una vittoria costruita grazie al grande impegno dei ragazzi, grazie ad una squadra che sembra aver preso le misure per davvero. “Stiamo vivendo un momento magico – sorride Alessandro Calori, ancora imbattuto sulla panchina del Brescia – Un momento più che positivo, dobbiamo essere bravi a cavalcare l’onda. Cerchiamo di godercelo, finché dura. Fino ad oggi ho visto un Brescia organizzato, un collettivo con un grande spirito e un grande carattere”.

Una squadra che ha raccolto 23 punti su 27 nelle ultime nove partite disputate. “Stiamo prendendo consapevolezza delle nostre capacità, siamo cresciuti mentalmente. E i proverbi non mentono mai: l’appetito vien mangiando. La squadra ha imparato dai suoi errori, abbiamo aumentato l’attenzione”. Lunedì sera il posticipo con il Gubbio di Gigi Simoni, uno che la sa lunga, uno che le partite le può vincere dalla panchina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’andata seduto là ci stava ancora Fabio Pecchia, e il Brescia al Rigamonti guadagnò un solo punto, tra l’altro con un gol di Salamon negli ultimissimi minuti. “La squadra di Simoni è una squadra ostica – conclude Calori – Se saremo scarichi a Gubbio? Il rischio ci può essere. Ma se siamo lì e possiamo battere un record, perché non provarci?”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Economia bresciana in lutto: è morto l'imprenditore Giuliano Gnutti

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Arresto cardiaco, muore nella sua auto: era in malattia e aveva la febbre

  • Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in poche ore morte tre sorelle

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 2 aprile 2020

  • Coronavirus: morto cassiere di 57 anni, supermercato chiuso per lutto

Torna su
BresciaToday è in caricamento