A cena col “nemico”: azienda bresciana diventa sponsor dell’Atalanta

L'accordo siglato pochi giorni fa: al via una partnership tra il Gruppo Sme.Up (con sede a Erbusco), la Toshiba e l'Atalanta Calcio. L'azienda bresciana occupa 400 persone in 7 sedi italiane

La curva dell'Atalanta (foto di repertorio)

La tecnologia bresciana arriva in Serie A: l’azienda Sme.Up (con sede a Erbusco) ha infatti comunicato di aver raggiunto un accordo di partnership per la sponsorizzazione dell’Atalanta Calcio, in collaborazione con Toshiba.

“Alla base valori comuni al mondo dello sport e dell’innovazione”, si legge in un comunicato pubblicato dalla società bergamasca. Non solo: “Questo accordo – ha aggiunto Luca Percassi, amministratore delegato atalantino – per noi è motivo di orgoglio e soddisfazione”.

La Sme.Up è una perla bresciana dell’information technology. Da più di 25 anni supporta le aziende nella gestione ottimale di propri sistemi informativi: il software gestionale Sme.Up Erp è stato installato da più di 800 ditte in Italia e nel mondo.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Schianto in moto nella notte, gravissimo ragazzo: sta lottando per la vita

  • Cronaca

    In tasca 50 grammi di cocaina, cerca di farla sparire nell'auto dei carabinieri

  • Cronaca

    Violenta lite fuori dal bar, scoppia una zuffa tra i clienti: ragazzo in ospedale

  • Attualità

    Splende il sole sul maxi-restyling: il nuovo porto vale quasi 1 milione di euro

I più letti della settimana

  • Idrocarburi aromatici nell'acqua minerale: a rischio migliaia di bottiglie

  • Incidente in moto a Sabbio Chiese: morto il 31enne Andrea Melzani

  • Sesso in auto con un alunno di 13 anni: arrestata professoressa di italiano

  • Batteri fecali nel lago: in spiaggia scatta il divieto di balneazione

  • Terribile frontale: moto avvolta dalle fiamme, biker muore sul colpo

  • Terribile frontale con un'auto dopo la curva: motociclista in gravi condizioni

Torna su
BresciaToday è in caricamento