Crolla a terra mentre pranza con la moglie, addio al "Fedayyin" del Brescia Calcio

Si è spento a 66 anni (compiuti un mese fa) Adriano Tedoldi: lo chiamavano “Fedayyin”, ha indossato la maglia del Brescia negli anni '70

Foto di repertorio

Lo chiamavano “Fedayyin”, per i suoi baffoni, la sua folta chioma e la sua carnagione scura: con il Brescia Calcio negli anni '70 ha collezionato una sessantina di presenze, segnando 12 gol, ma è rimasto a lungo nel cuore dei tifosi per il suo carattere, il suo stile di gioco, per aver diviso spogliatoi e formazioni e panchine con campioni del calibro di Alessandro “Spillo” Altobelli.

Aveva 66 anni (compiuti un mese fa) Adriano Tedoldi: se n'è andato all'improvviso, nel primo pomeriggio di domenica sotto gli occhi increduli della moglie. Erano nella loro casa di Paitone, stavano pranzando insieme: Tedoldi si è sentito male, un malore per cui purtroppo non c'è stato niente da fare.

La chiamata al 112, la corsa disperata dei sanitari sul posto per cercare di rianimarlo. Troppo tardi, il suo cuore si è fermato. Un cuore da campione: classe 1952 e originario di Nuvolento, la città e la squadra in cui era cresciuto, era passato alle giovanili del Brescia con cui poi aveva esordito in Serie B.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Massacrata di botte la fidanzata: la crede morta e brucia l'appartamento

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento