Lonato: "Cittadinanza e creatività digitale" con i progetti PON all'Istituto Ugo Da Como

I progetti del Programma Operativo Nazionale sono finanziati con fondi strutturali europei e quindi totalmente gratuito per i partecipanti

Si avvia verso la conclusione la seconda settimana dedicata ai progetti PON (Programma Operativo Nazionale per la scuola) che, in questo bando ha come focus di sviluppo la cittadinanza e la creatività digitale per lo sviluppo del pensiero computazionale.  

Presso l’istituto comprensivo Ugo Da Como di Lonato del Garda, sono stati attivati cinque laboratori per gli studenti e i genitori delle scuole del territorio. "Genitori nella rete", "In.formiamoci", "Amici.com", "Vi presento un videogioco" e "Ho una metaidea", si sono svolti presso gli spazi della scuola primaria Don Milani. 

In particolare, i laboratori interamente dedicati ai ragazzi, si sono svolti in modalità campus, ovvero nell’arco dell’intera giornata per facilitare la concentrazione, la socializzazione e i procedimenti laboratoriali, secondo l’ottica lungimirante del sacerdote, insegnante e innovatore pedagogico a cui la scuola è dedicata. Ogni laboratorio, gestito da tutor e da esperti, ha avuto come focus principale non solo l’avvio all’utilizzo di tecnologie, applicativi e software innovativi, ma anche la sperimentazione di linguaggi e modalità di apprendimento differenti. 

Protagonista indiscusso è stato il galateo dell’internauta, la netiquette, ossia quella serie di comportamenti condivisi e accettati da assumere qundo si ha a che fare con la rete, dal social al rispetto del copyright. Apprendere e sperimentare come comportarsi in rete o davanti a uno strumento tecnologico, come interagire nella rete rispettando le normative, il buon senso, e la propria e l’altrui persona, sono le basi per la cittadinanza digitale. Gli strumenti di prevenzione e di azione in tal senso non sono mai abbastanza, ma sicuramente, condividere questa esperienza in maniera giocosa e conviviale, getta ottime basi per un lungo cammino.

Tutti i Tutor e la maggior parte degli esperti che hanno progettato e realizzato i laboratori, sono docenti interni all’istituto che si sono messi in gioco per sperimentare una didattica nuova e divertente, mettendo a disposizione le proprie competenze e i propri talenti per costruire con i ragazzi percorsi innovativi sia dal punto di vista dell’istruzione che da quello educativo.

I PON sono finanziati con fondi strutturali europei quindi totalmente gratuito per i partecipanti. Altresì gratuiti sono stati i laboratori di programmazione offerti dalla ditta COMPUTEC di Lonato del Garda che ha fatto sperimentare ai ragazzi la costruzione di schede elettroniche per la programmazione di supporti tecnologici.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente di un metro e mezzo in classe: panico tra i bimbi della scuola elementare

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Ucciso dal cancro: fino all'ultimo Luca ha voluto gli amati cani al suo fianco

  • Donna trovata morta nel canale: potrebbe essere stata uccisa

  • Attraversa l'autostrada, ucciso da un tir: famiglia devastata, era padre di due bimbi

  • Fabio Volo nella bufera per i commenti su Ariana Grande: la sua replica

Torna su
BresciaToday è in caricamento