Un’attesa lunga 10 anni: finalmente inaugurata la nuova scuola alberghiera

Ci sono voluti 10 anni (e 4,5 milioni di euro) per completare i lavori della nuova scuola alberghiera di Gardone Riviera: ospiterà 360 studenti in 18 aule

Il momento dell'inaugurazione

Finalmente inaugurato il nuovo istituto alberghiero di Gardone Riviera: l’atteso taglio del nastro della nuova struttura della Caterina De Medici (che ha una sede anche a Desenzano del Garda) chiude un percorso durato ormai un decennio, per un investimento complessivo di oltre 4 milioni e mezzo di euro. La nuova scuola si sviluppa su quattro piani, per un totale di 4500 metri quadrati e 18 aule operative, laboratori di cucina e una sala bar, due laboratori di informatica.

Gli studenti che frequentano l’istituto sono 360: alunni e insegnanti aspettavano da anni il trasferimento, in modo da lasciare la vecchia struttura (costruita negli anni ‘70) per cui erano stati utilizzati dei materiali contenenti amianto.

La storia di un lungo progetto

Un’odissea (quasi) infinita, e che ha attraversato quattro amministrazioni provinciali: è bene ricordare che è la Provincia di Brescia ad avere competenza sugli istituti superiori. Del progetto se ne parla dal 2009, lo sblocco definitivo dei fondi risale al 2014, i lavori hanno preso il via quando il presidente era Pierluigi Mottinelli e si sono conclusi adesso, con Samuele Alghisi.

Il trasloco di materiali e attrezzature, e di studenti e docenti, si è completato nelle ultime settimane, durante le vacanze di Natale. Al taglio del nastro presenti, oltre ad Alghisi, anche il sindaco di Gardone Andrea Cipani e l’ex presidente provinciale Daniele Molgora. L’attesa è finita: la nuova scuola è di classe energetica A, ed è l’unica di tutta la Lombardia (almeno per ora) attrezzata con isolatori e smorzatori sismici, in grado di assorbire le eventuali scosse di terremoto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Finalmente un edificio all'altezza di una scuola elitaria della provincia. Essendo il turismo un introito importante della provincia , l'avere un plesso scolastico moderno ed attrezzato , puo' solo gioviare all'economia bresciana. I futuri Chef , Maitre , Receptionist , Direttori , se preparati a dovere , saranno le nuove risorse di un settore in netta ripresa. Abbiamo una provincia che puo' lavorare 365 giorni all'anno , dalle nostre montagne , ai laghi , passando per la franciacorta , al Vittoriale , le ville romane e così via. Speriamo quindi che la provincia , consideri questo investimento , una partenza e non un arrivo. Buon Lavoro

  • Era ora!

Notizie di oggi

  • Scuola

    Dai licei agli istituti tecnici, ecco la classifica delle migliori scuole bresciane

  • Scuola

    Calendario scolastico 2017-2018: date inizio, fine, vacanze regione per regione

  • Scuola

    “Fuoriclasse della scuola”: ragazzo bresciano tra i migliori 50 studenti d’Italia

  • Scuola

    Calendario scolastico 2018-2019: date inizio, fine, vacanze regione per regione

I più letti della settimana

  • Sale studio e biblioteche, bar e campo da calcio: maxi-cantiere per la nuova università

Torna su
BresciaToday è in caricamento