Toscolano Maderno: in arrivo maxi edificio commerciale da 6000 mq

Supermercato o no l'ampio parcheggio di Via Ugo Foscolo si appresta a diventare un nuovo edificio a destinazione commerciale, proprio accanto al supermercato Montebaldo. Tanto cemento e tante polemiche

L’Italia è una Repubblica fondata sul cemento, si diceva scherzando qualche anno fa. Ma se in certe zone la grande merce di scambio dal dopoguerra ad oggi ha perso quella verve non solo economica che ha trasformato l’Italia agricola in un Paese ad alto tasso di cementificazione, dal lago di Garda e dalla Provincia di Brescia arrivano segnali incoraggianti. A Toscolano Maderno il Consiglio Comunale ha approvato il piano esecutivo che prevede la realizzazione di un nuovo edificio a destinazione commerciale, due piani superficiali e due piani interrati, per un totale di circa 6mila metri quadri.

Il committente è la proprietà del supermercato Montebaldo, quello di Via Ugo Foscolo, proprio quello al cui fianco nascerà il nuovo centro commerciale, supermercato o quant’altro. L’ampio parcheggio presto verrà ‘ricoperto’ dalle prime colate, dopo l’ultimo e definitivo via libera arrivato la scorsa settimana. Accanto al centro commerciale almeno due opere pubbliche concordate, una rotonda e una pista ciclabile. Una decisione ovviamente accompagnata dalle polemiche, e ai mormorii della politica si sono aggiunti quelli dei cittadini e dei residenti.

Non tutti sono contenti, questo è chiaro. “D’accordo, stiamo parlando di altro cemento – ha dichiarato il primo cittadino Roberto Righettini – ma almeno non sono le solite seconde case! Questo è cemento che porta nuovi posti di lavoro”. Anche detto così non suona benissimo, e tra maggioranza e minoranza qualche screzio c’è già stato, e l’opposizione di marca Pd ha già espresso la propria opinione: “Riteniamo che i vantaggi derivanti da una riqualificazione dell’area e dal miglioramento della viabilità non siano tali da giustificare la costruzione di un nuovo supermercato”.

Alla voce contraria del centrosinistra locale anche una leghista che non ci ha pensato due volte a smarcarsi dalle posizioni concessive del suo partito e del suo vicesindaco. “Questa operazione – spiega Paola Stagnoli – compromette il futuro del nostro commercio”. Bottegai sul piede di guerra, e non solo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • Arrivano una Smart e una Fiat 500, poi lo scambio di droga: arrestato cantante

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Morto l'imprenditore Renato Martinelli: ucciso in tre mesi dalla malattia

  • Violenta scossa in azienda, folgorato operaio: portato con ustioni al Civile

Torna su
BresciaToday è in caricamento