La città blindata per Mussolini, tutto rimandato: la cittadinanza rimane

Tanto rumore per (quasi) nulla: in meno di mezz'ora la maggioranza sceglie di rimandare tutto al post-elezioni. E Mussolini rimane cittadino di Salò

Soffia il vento della polemica nella città che fu capitale della RSI, Repubblica sociale, l'ultima tappa di un ventennale oblio tutto italiano. Niente è stato deciso, tutto è rimandato: toccherà alla prossima amministrazione (si vota alla fine di maggio) assumersi la responsabilità di revocare la cittadinanza onoraria Benito Mussolini, insignito di tale onorificenza il 23 maggio del 1924.

Tra poco più di un mese saranno passati 95 anni: un tema che ha a Salò ha sempre fatto discutere, ma tornato in auge da pochi giorni a margine della mozione presentata dal consigliere di minoranza Stefano Zane, in cui appunto si chiedeva, appunto al consiglio comunale, la revoca di una cittadinanza che insieme agli eventi di quegli anni “ha rappresentato uno dei momenti più bui della nostra storia”.

Atmosfera inedita a Salò

Ma quello che è successo lunedì sera a Salò, in tempi recenti, non s'era quasi mai visto. La città blindata: forze dell'ordine e camionette, polizia e carabinieri, agenti in anti-sommossa. Il consiglio comunale pieno di pubblico fino all'ultimo posto disponibile, addirittura la gente in piedi. E poi fuori dal municipio, altra gente ancora.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Avatar anonimo di Luca
    Luca

    Mussolini rimane cittadino di Salò?? Ma si sono a corti che è morto da 74 anni?? Probabilmente gli mandano ancora i bollettini per pagare la TARI!

    • Avatar anonimo di Voltaire
      Voltaire

      Ahahaha

    • Ahahahahshahahahah

  • Perché il problema principale di Salò e di altri comuni italiani è quello di togliere o meno la cittadinanza onoraria a Mussolini ????? Ma per piacere un minimo di serietà grazie !!!!

  • Parto dal presupposto che non condivido l'iniziativa di togliere la cittadinanza onoraria a Mussolini Salò è famosa nel bene e nel male anche per Lui, i luoghi della R.S.I. sono visitati da molti turisti. Ora veniamo alla decisione della maggioranza che ritengo solo ed esclusivamente opportunistica, la paura di perdere voti da parte della maggioranza ha determinato, a mio avviso, tale decisione. Togliere la cittadinanza implicava perdere parte dei voti della destra, votare in senso opposto perdere i voti del centro. Questa decisione è mancanza di coraggio, non è che dopo le elezioni le idee della attuale maggioranza cambiano potevano benissimo esprimersi e metterci la faccia, rimandando il tutto non rischiano nulla se dovessero essere rieletti a prescindere da cosa decideranno. Veramente una brutta figura verso chi ha proposto la mozione, nonché verso le persone e cittadini che si sono riversati in comune.

  • sono pienamente d'accordo con te Fragranza

  • Avatar anonimo di Fragranza
    Fragranza

    Giù le mani dal grande Maestro. Benito non si tocca.

    • Avatar anonimo di Voltaire
      Voltaire

      Bravo, il pelato non si tocca, lo si lascia esposto a testa in giù

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sette chilometri di percorso nei boschi: ecco la ciclabile della Valgrigna

  • Cronaca

    Si tocca le parti intime davanti a una ragazza: preso dopo tentativo di fuga

  • Cronaca

    Una scomparsa improvvisa: addio a un giovane pizzaiolo

  • WeekEnd

    Cosa fare a Brescia dal 19 al 22 aprile: i migliori eventi del weekend di Pasqua

I più letti della settimana

  • La terra trema nel Bresciano: scossa di terremoto nella notte

  • Drammatico frontale tra auto, donna muore in un groviglio di lamiere

  • Stroncato da un male incurabile, muore in pochi mesi: lascia moglie e giovani figli

  • "Come un terremoto": tremano le case e la scuola, paura a San Bartolomeo

  • "Sporchi il sedile se appoggi le scarpe", anziano aggredito e picchiato sul bus

  • Cercasi gestore per il chiosco del parco: bastano 250 euro al mese

Torna su
BresciaToday è in caricamento