In Consiglio si dimettono tutti: la giunta decade, il Comune sarà commissariato

Succede a Quinzano d'Oglio, dove tra poche settimane arriverà un commissario prefettizio: dimissioni di massa in Consiglio, la giunta decade

Colpo di scena, indietro non si torna: a Quinzano d'Oglio si dimettono tutti, o quasi, dunque il Comune sarà commissariato e traghettato dalla Prefettura fino a nuove elezioni (forse già in primavera). E' successo giovedì davanti a una sala gremita di gente: forse la decisione clamorosa era già nell'aria, chissà.

Sta di fatto che al termine del consiglio comunale si sono dimessi quasi tutti i suoi stessi componenti: prima ben 7 consiglieri di maggioranza, poi altri 4 di minoranza. In sala già mancava il sindaco, Andrea Soregaroli. Sono stati approvati i vari punti all'ordine del giorno, tra cui la variazione di bilancio in cui sono previste varie manutenzioni (anche stradali).

Quinzano Servizi: revocato l'amministratore unico

Ma soprattutto la revoca dell'amministratore unico della Quinzano Servizi: sarebbe proprio l'azienda comunale, e la sua gestione, ad aver scatenato le dimissioni di massa dei consiglieri di maggioranza. “Vogliamo dare un segnale forte – si legge in una lettera aperta consegnata giovedì sera anche ai cittadini – perché la gestione di una società pubblica deve essere caratterizzata da criteri di massima trasparenza”.

I commenti della minoranza

Doccia fredda, freddissima, a poco più di un mese dalla fine dell'anno. Il Comune era guidato da Soregaroli, a capo della lista Civica Quinzano (che governa il paese ormai da quattro mandati consecutivi). “Una situazione ormai ingestibile – scrive Federico Bertuzzi, capogruppo di minoranza – che stava trascinando il Comune nel caos, con pesanti attriti tra il sindaco e i suoi assessori. Mai avrei pensato una rottura così profonda all'interno della maggioranza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' il secondo Comune bresciano, in meno di un mese, che sarà commissariato e guidato dalla Prefettura fino alle prossime elezioni. Era successo anche a metà novembre a Corte Franca, con una vasta gamma di dimissioni, tra maggioranza e minoranza, fino a far mancare il numero legale per proseguire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Coronavirus, nel Bresciano 274 contagi e 69 decessi nelle ultime 24 ore

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento