Dalla regione altri 2 milioni a 55 piccoli comuni lombardi per interventi di manutenzione

Con l'incremento delle risorse è stato possibile finanziare 10 piccoli Comuni in più in provincia di Brescia, per un totale di 44).

Regione Lombardia, su proposta dell'assessore agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori, ha assegnato ulteriori 2 milioni di euro ai Comuni lombardi con popolazione fino ai 5 mila abitanti e le Unioni dei Comuni, per interventi di manutenzione urgente del territorio, finalizzati alla difesa del suolo, alla sostenibilità energetica, alla sicurezza dei cittadini, al mantenimento di strutture e infrastrutture pubbliche e alla riqualificazione dei beni artistici, culturali e paesaggistici.

"Lo avevo annunciato e così è stato: questi ulteriori 2 milioni a disposizione, che si aggiungono ai 7 milioni già stanziati per un totale di 9 milioni complessivi - ha commentato l'assessore Sertori - permettono di ampliare la graduatoria dei Comuni finanziati da 194 a 249".  

Su un totale di 621 domande presentate, ben 328 provengono da Comuni montani.  "Un dato - ha sottolineato Sertori - che la dice lunga sui bisogni e sulle necessità di manutenzione urgente che tali realtà riscontrano. L'impegno di Regione Lombardia al sostegno finanziario dei piccoli Comuni montani e di pianura - ha concluso Sertori - sarà sempre massimo e non verrà mai meno l'attenzione nei confronti di questi territori tanto belli quanto fragili".    

Il bando, avviato il 19 settembre 2018, e inizialmente dotato di 2 milioni di euro, poi integrati sino a 7 a fine novembre, ha visto un'ampia adesione da parte dei piccoli Comuni lombardi. "Sono molto soddisfatto del successo ottenuto da questa misura promossa dal mio assessorato - ha aggiunto Sertori-. L'incremento di ulteriori risorse, già disponibili nel 2018, ci ha permesso di soddisfare un numero maggiore di soggetti beneficiari che si sono posizionati utilmente in graduatoria, innalzando la percentuale da 32% al 40% delle richieste pervenute".

La graduatoria degli interventi ammissibili, ma non finanziati per carenza di risorse, resterà comunque valida per i prossimi 12 mesi, quindi l'intera annualità 2019. 

Con l'incremento delle risorse è stato possibile finanziare 17 piccoli Comuni in più in provincia di Bergamo (per un totale di 52), 10 piccoli Comuni in più in provincia di Brescia (per un totale di 44), 5 piccoli Comuni in più in provincia di Como (per un totale di 29), 1 Comune in più in quella di Cremona (Trescore Cremasco per un totale di 11), 3 piccoli Comuni in più  in
provincia di Lecco (per un totale di 17), 1 piccolo Comune in più in provincia di Pavia (Dorno, per un totale di 31), 9 piccoli Comuni in più in provincia di Sondrio (per un totale di 32) e 9 piccoli Comuni in più in quella di Varese (per un totale
di 19). Ad essi si vanno ad aggiungere i già finanziati due piccoli Comuni di Città Metropolitana di Milano, 9 della
provincia di Lodi, 1 Comune della provincia di Monza e Brianza e 2 di Mantova.

Potrebbe interessarti

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Per tutta estate il paese illumina strade e palazzi: sul lago il borgo più romantico d'Italia

  • Comune di Brescia: sedi CAAF Cgil

  • Le migliori gelaterie di Brescia

I più letti della settimana

  • A tutta velocità, fermato dalla Polizia: a bordo c’è un bimbo che sta male

  • Si sporge dal finestrino, ragazzo cade dal furgone in corsa e muore sul colpo

  • "Guido io, il mio amico ha bevuto": ma è ubriaco, drogato e senza patente

  • Tragica morte di ‘Ale’, la svolta: operaio indagato per omicidio colposo

  • Tenta il suicidio nel ristorante dove lavora, gravissimo giovane cameriere

  • Crolla a terra mentre fa la spesa, le sue condizioni sono disperate

Torna su
BresciaToday è in caricamento