Assolto il leghista che insultò la Kyenge: "Musulmana di m...!"

Assolto dall'accusa di istigazione all'odio religioso il consigliere della Lega Nord del Comune di Lograto Giuseppe Fornoni. Su Facebook aveva insultato pesantemente l'allora ministro Cecile Kyenge

Forse si è accorto troppo tardi di aver fatto una sciocchezza, visto anche il ruolo ‘pubblico’ che la sua carica politica gli conferisce. Ha cancellato in fretta e furia il suo contestato post da Facebook, ha poi chiesto pubblicamente scusa.

Questi i motivi principali che hanno scagionato Giuseppe Fornoni, consigliere leghista del Comune di Lograto, dall’accusa di odio religioso. Galeotto il suo commento su Facebook, alla notizia che l’allora ministro Cecile Kyenge aveva paragonato il velo delle suore al velo delle musulmane.

“Ma vaff.. musulmana di m..!”, la pacata reazione del consigliere Lega Nord. E che poche righe più tardi ribadiva con fermezza la sua fede cattolica. Poco più di sei mesi e ogni accusa è decaduta: Fornoni è stato definitivamente prosciolto dal tribunale di Brescia.

Lui la racconta come la fine di un incubo. Ai giornali infatti Fornoni ha raccontato di essere stato più volte insultato, addirittura minacciato di morte. “Ora spero non succeda nulla di simile per la sentenza di assoluzione”, ha poi spiegato a BresciaOggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Il dramma di mamma Mara, uccisa a bastonate: aveva una bimba di 5 anni

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento