Buco da 80 milioni di euro, l'azienda fallisce: ne guai ex sindaco bresciano

E' stato iscritto nel registro degli indagati per il fallimento della Keller di Villacidro, in Sardegna: si tratta del 69enne Giovanni Pagnoni, ex sindaco di Provaglio d'Iseo

Ex sindaco bresciano indagato nell'ambito dell'inchiesta su bancarotta e peculato, coordinata dalla Procura di Cagliari, sul fallimento della Keller di Villacidro, azienda specializzata nella produzione di carrozze per il settore ferroviario: i fatti risalirebbero al 2014, quando la Keller venne dichiarata fallita con un “buco” di oltre 80 milioni di euro.

Sono in tutto nove le persone indagate, a vario titolo: tra loro anche Giovanni Pagnoni, 69 anni, sindaco di Provaglio d'Iseo dal 1990 al 2004. Era stato amministratore delegato della Keller dal 2006 al 2009. Su Facebook il lungo sfogo dell'ex sindaco.

Le parole dell'ex sindaco

“E' in corso un'indagine della magistratura a seguito del fallimento di Keller, avvenuto nel novembre del 2014 – scrive Pagnoni – e mi è stato notificato qualche giorno fa un avviso di conclusione indagini nel quale sono coinvolto, seppur in modo molto marginale. Sono stato amministratore in Keller dal 2006 al 2009, per conto e su designazione della Hig Spa di Brescia che è diventata socia in Keller acquistando azioni e apportando capitale”.

“Il mio coinvolgimento – continua Pagnoni – e quello dell'onorevole Gianfranco Borghini, ex deputato bresciano, è per aver rimborsato al socio che ha ceduto le azioni a Hig il finanziamento soci a suo tempo apportato dallo stesso. Quindi restituzione di somme versate. […] Sono moralmente tranquillo, penso di aver bene operato. E ho cessato la mia carica di amministratore nel 2009, 5 anni e 6 mesi prima del fallimento. Nei prossimi giorni presenterò le mie motivazioni, con la richiesta di archiviazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento