Carabiniere ucciso a Roma, Fontana:"Non è possibile morire in questo modo"

Il presidente di Regione Lombardia ha espresso cordoglio e vicinanza alla famiglia dal carabiniere ucciso nella notte a Roma, mentre cercava di bloccare due malviventi

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, esprime "cordoglio e vicinanza" alla famiglia del vice brigadiere Mario Cerciello Rega, tragicamente ucciso la scorsa notte a Roma. Il militare di 35 anni è deceduto in servizio alle 3 del 26 luglio. dopo essere stato accoltellato da un individuo, probabilmente un cittadino africano nel corso di un servizio per assicurare alla giustizia gli autori di un furto con tentativo di estorsione.

"Non è possibile morire in questo modo - aggiunge Fontana - a maggior ragione quando si servono le istituzioni. Mi auguro che la giustizia faccia presto il suo corso e che l'assassino venga presto catturato".

"Un pensiero particolare e un abbraccio forte - conclude Fontana - alla moglie sposata poco più di un mese fa e a tutti i militari dell'Arma che quotidianamente si prodigano al servizio dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento