Approvata in Comune la delibera per “defascistizzare” i luoghi pubblici

Approvata anche a Brescia la delibera che prevede il diniego di autorizzazioni all'utilizzo di sale, spazi e aree pubbliche a organizzazioni e movimenti dichiaratamente neofascisti o intolleranti

Niente più spazi e aree pubbliche né tanto meno autorizzazioni all'utilizzo di sale di proprietà comunale per gruppi, associazioni, partiti e movimenti che in qualche modo si richiamano a ideologie neofasciste, neonaziste, razziste e xenofobe, discriminatorie e intolleranti: questo quanto prevede la delibera di giunta approvata in Loggia martedì mattina.

Il documento dovrà essere discusso nell'apposita Commissione, così da diventare parte integrante del regolamento: comunque non dovrebbero esserci ostacoli, e il testo potrebbe diventare “legge” in tempi brevi, ovviamente a seguito di passaggio "obbligato" in consiglio comunale.

Non è un'esclusiva del Comune di Brescia: negli ultimi mesi, complici anche i numerosi fatti di cronaca, sono diversi i municipi italiani che hanno approvato una delibera simile, in cui appunto – in attesa di conoscere il testo definitivo di quella bresciana – che le domande per l'occupazione di spazi e aree pubbliche dovranno contenere “specifica dichiarazione” con cui il richiedente si impegna a rispettare e a riconoscere i dettami della Costituzione, tra cui appunto l'antifascismo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ucciso dalla malattia: morte sospetta, ma è escluso il morbo della "mucca pazza"

  • Cronaca

    Si trasferiscono per lavoro, gli occupano la casa e ci fanno dentro una stalla

  • Cronaca

    Improvviso malore, morto l'imprenditore Vigo Nulli

  • Cronaca

    Rapina in casa da incubo: imprenditore minacciato con taser e martello

I più letti della settimana

  • "Hai fatto sesso con la mia fidanzata": pistola in pugno, rapisce un operaio e lo porta nei boschi

  • Cadavere carbonizzato: ad uccidere Stefania è stata la rivale in amore

  • Timbra il cartellino, ma intanto se la spassa al ristorante: licenziata in tronco

  • "Ti amo" e una rosa rossa: così ha attirato Stefania nella trappola mortale

  • Tangenziale Sud: in tre settimane più di ottomila multe con il nuovo "tutor"

  • Relazione con Giancarlo Magalli? Giada smentisce tutto: "Solo amicizia"

Torna su
BresciaToday è in caricamento