Approvata in Comune la delibera per “defascistizzare” i luoghi pubblici

Approvata anche a Brescia la delibera che prevede il diniego di autorizzazioni all'utilizzo di sale, spazi e aree pubbliche a organizzazioni e movimenti dichiaratamente neofascisti o intolleranti

Niente più spazi e aree pubbliche né tanto meno autorizzazioni all'utilizzo di sale di proprietà comunale per gruppi, associazioni, partiti e movimenti che in qualche modo si richiamano a ideologie neofasciste, neonaziste, razziste e xenofobe, discriminatorie e intolleranti: questo quanto prevede la delibera di giunta approvata in Loggia martedì mattina.

Il documento dovrà essere discusso nell'apposita Commissione, così da diventare parte integrante del regolamento: comunque non dovrebbero esserci ostacoli, e il testo potrebbe diventare “legge” in tempi brevi, ovviamente a seguito di passaggio "obbligato" in consiglio comunale.

Non è un'esclusiva del Comune di Brescia: negli ultimi mesi, complici anche i numerosi fatti di cronaca, sono diversi i municipi italiani che hanno approvato una delibera simile, in cui appunto – in attesa di conoscere il testo definitivo di quella bresciana – che le domande per l'occupazione di spazi e aree pubbliche dovranno contenere “specifica dichiarazione” con cui il richiedente si impegna a rispettare e a riconoscere i dettami della Costituzione, tra cui appunto l'antifascismo.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ragazzina scomparsa, la svolta: riprendono le ricerche nel bosco

  • Cronaca

    Un volo di 10 metri, sbatte la testa e muore: lascia moglie e due figli

  • Cronaca

    Auto nuova fiammante, comprata da poche ore: gliela sequestrano per droga

  • Cronaca

    Muoiono in casa, i corpi senza vita trovati dopo giorni

I più letti della settimana

  • Scomparsa di Manuela, svolta nelle indagini: non era sul lago ma in città

  • Auto precipita per centinaia di metri, morto il pasticcere Jannes Possi

  • Manuela: l'ultimo viaggio in auto, l'ex fidanzato sentito per 2 ore in procura

  • Malore durante il sonno, giovane donna incinta muore insieme al suo bambino

  • Falsifica i certificati delle vaccinazioni, poi si vanta su Facebook: nei guai mamma no-vax

  • Il mistero di Manuela, ansia e paura: il viaggio prenotato prima della scomparsa

Torna su
BresciaToday è in caricamento