Un nubifragio mai visto, poi l'alluvione: in strada acqua alta oltre un metro

Panico in Valle Camonica, tra Angolo Terme e Darfo: strade come fiumi, cantine e garage allagati, centinaia di interventi dei Vigili del Fuoco

Un vigile del fuoco impegnato a Corna di Darfo (fonte: Instagram)

Il maltempo torna a far paura, e soprattutto danni. Un nubifragio forse mai visto in Valle Camonica, almeno in tempi recenti: grandine e tempesta tropicale, ci sono volute meno di due ore per scatenare l'incubo tra Angolo Terme, l'epicentro del disastro, e la vicina Darfo, dove comunque non sono mancati i disagi. Un acquazzone che sembrava non finire mai, e una bomba d'acqua che ha riversato decine di millimetri di pioggia in pochi minuti, facendo tracimare i fiumi, con tutte le conseguenze del caso.

Maltempo e danni: cos'è successo

Strade come fiumi, cantine allagate, alberi abbattuti e frane: in alcune zone, le vie e le case sono state sommerse da un metro e mezzo d'acqua. E' questo il bilancio di una giornata da dimenticare, ma che ha dato il peggio in sé una volta passate le 18. La conta dei danni è ancora in corso, ma si parla di decine e decine di migliaia di euro.

La situazione ad Angolo Terme

Angolo Terme è il paese più colpito. Tragedia sfiorata in località Dezzo, vicino al ponte: il fiume ha esondato e ha travolto una casa dove abitano due fratelli di circa 50 anni. Sommersi da fango e detriti, sono stati salvati appena in tempo: uno di loro è stato trasferito anche in ospedale, per accertamenti, ma per fortuna sta bene. A scatenare il caos il fiume in piena che non è riuscito a trattenere la furia dell'acqua.

E così si contano decine di case e cantine allagate, la Provinciale interdetta al traffico, il ponte chiuso al transito appena in tempo, pochi minuti prima che arrivasse il fiume, e chissà cosa sarebbe potuto succedere se ci fosse stato ancora qualcuno. Per non parlare dei garage, in periferia e pure in centro. Proprio in centro storico, si sono allagati fino a quasi il primo piano gli ex ambulatori vicino alla piazza.

La situazione a Darfo

Meno grave la situazione a Darfo Boario Terme, dove comunque non sono mancate le segnalazioni e le richieste di aiuto e intervento. Situazione critica soprattutto nella zona di Via Calatafimi, e Corna di Darfo dove le strade sembravano fiumi. Tra i due paesi si contano almeno un centinaio di interventi in poche ore: in campo, oltre ai Vigili del Fuoco, ambulanze e volontari, la Protezione civile, le forze dell'ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento