Hostess o steward: ecco come diventare assistente di volo

Caratteristiche fisiche e requisiti caratteriali, corsi di formazione e competenza: ecco il percorso da seguire per diventare assistenti di volo, hostess o steward

Con l’aeroporto di Orio al Serio (quasi) a portata di mano, non sono pochi anche i ragazzi bresciani che – magari spinti dall’ebbrezza di un viaggio – sognano di diventare hostess o steward, insomma gli assistenti di volo in versione femminile e maschile. In questa guida ci occuperemo, nel dettaglio, del percorso formativo per intraprendere questa interessante professione: non che ci voglia coraggio, ma certo è che serve una bella predisposizione alle lunghe trasferte e a stare lontani da casa per lunghi periodi. Sono tante le competenze cui è chiamato l’assistente di volo: dall’assistenza alla clientela durante tutte le fasi del viaggio aereo, l’illustrazione delle norme di sicurezza, la distribuzione di riviste, cibo e bevande, il primo soccorso in caso di emergenza. E altro ancora.

I requisiti per diventare assistente di volo

Per diventare assistente di volo, e non è segreto, sono necessarie alcune particolari caratteristiche fisiche, oltre che ad alcune competenze ben precise. Tra queste ricordiamo

  • Diploma d’istruzione secondaria superiore
  • Ottima conoscenza della lingua inglese e di almeno un’altra lingua straniera
  • Altezza minima di 1 metro e 65 per le donne e di 1 metro e 70 per gli uomini (ma le misure possono variare a seconda della compagnia aerea)
  • Buone condizioni di salute
  • Niente piercing o tatuaggi troppo visibili
  • Essere capaci di nuotare (e abbastanza bene)

A queste si aggiungono alcune caratteristiche “sociali”: la capacità di lavorare in un team, tatto e diplomazia quando si ha a che fare con i clienti, la capacità di mantenere la calma in situazioni complicate, di stress o di emergenza.

Come si diventa assistente di volo?

Il percorso per diventare assistente di volo inizia dalla sezione “Carriera/Lavora con noi” dei siti web ufficiali delle varie compagnie aeree in cui è possibile trovare informazioni riguardanti eventuali processi di selezione in corso. 

La maggior parte delle compagnie organizza periodicamente giornate di selezione del personale a cui è possibile partecipare iscrivendosi online. I candidati convocati saranno poi sottoposti a colloqui, individuali e/o di gruppo, che prevedono test di cultura generale e di lingua di inglese. 

Superati i test, il candidato è invitato a frequentare un corso di preparazione che può essere a pagamento, gratuito o retribuito e ha per oggetto temi inerenti la sicurezza, il comportamento da assumere in situazioni di emergenza e può anche includere il conseguimento di un brevetto di nuoto. 

Si passa poi alla fase di praticantato che consiste in 100 ore di volo, seguito dal test finale finalizzato all’ottenimento dell'Attestato di Equipaggio di Cabina, rilasciato dall'ENAC (Ente Nazionale per l'Aviazione Civile). Ricordiamo, inoltre, che in alternativa alla candidatura presso una compagnia aerea, è anche possibile diventare assistente di volo seguendo corsi organizzati da enti specializzati, sostenendo poi l’esame per l’ottenimento dell'Attestato di Equipaggio di Cabina.

Assistenti di volo: le guide più vendute sul web

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non solo il "classico": viaggio nel miglior liceo della provincia di Brescia

  • "Opportunità Giovani": al via anche a Brescia il programma di formazione McDonald's

  • Scuola: ecco quando aprono le iscrizioni per l'anno scolastico 2020/2021

  • Inaugurazione dell'anno accademico: in Università arriva anche il ministro Bonetti

  • Geometri cercasi per la Provincia di Brescia: opportunità di stage per neodiplomati

  • Università di Brescia: nuovo Master in "Automazione sostenibile e intelligente"

Torna su
BresciaToday è in caricamento