Concesio: Fiori dal deserto, il viaggio teatrale che annulla barriere e differenze

Nuovo appuntamento con Sconfiniamo, il programma di sensibilizzazione del territorio del progetto Sprar/Siproimi Valle Trompia Accogliente, che mercoledì 31 luglio a Concesio andrà in scena con Fiori dal deserto.

Fiori dal deserto è l’esito di un laboratorio teatrale condotto da Carlo Sanna, con la drammaturgia di Alessandro Brentana, che racconta storie diverse, raccontate, scambiate, immaginate, fino a giungere assieme in una sorta di dimensione parallela, dove cadono le barriere culturali e si annullano le differenze.

I protagonisti della rappresentazione partono per una terra lontana, lasciando alle spalle un luogo in cui non possono tornare, davanti a loro il desiderio di una vita migliore. Il viaggio è lungo e per affrontarlo devono essere leggeri e lasciare ogni oggetto, ogni ricordo. Arrivati a destinazione dovranno confrontarsi con un mondo burocratico, che racchiude le loro identità in moduli e caselle, li riduce a sequenze di lettere, numeri e date. La possibilità di ricordare chi sono e di immaginare un’altra vita verrà dall'incontro con le
persone del luogo.

Nel laboratorio i partecipanti hanno sperimentato un'espressività senza eccessivi vincoli culturali, abbattendo stereotipi fino alla creazione di materiali espressivi coerenti con i temi esplorati: i fenomeni migratori di oggi, incontro, accoglienza, identità.
Con Ditta, Giulia Sedaboni, Ibrahima Bah, Martina Prandelli, Lamine Toure, Emi Filippini, Ernest Okogua, Stefania Mancini e Raffaella Tiziano.
L’iniziativa è inserita in “Sconfiniamo”, ovvero il programma di sensibilizzazione del territorio del progetto SPRAR/SIPROIMI Valle Trompia Accogliente che vede come capofila Comunità Montana di Valle Trompia e come enti gestori Cooperativa Sociale Il Mosaico e Cooperativa Infrastrutture Sociali. Il progetto vuole portare all'attenzione della cittadinanza i temi delle migrazioni forzate e dei sistemi di accoglienza per persone richiedenti e titolari di protezione internazionale.

L’obiettivo è quello di aprire un confronto tra gli attori dell’accoglienza e i cittadini per contribuire all'abbattimento di stereotipi e pregiudizi affrontando in maniera franca opportunità e problematiche che il fenomeno delle migrazioni forzate porta con se e cercando di trovare risposte possibili e favorire i processi che portano le persone richiedenti e titolari di protezione internazionale verso un’autonomia e un’integrazione nella comunità.

 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Le Cirque with the World’s Top Performers ALIS

    • dal 30 novembre 2019 al 2 dicembre 2018
    • Gran Teatro Morato
  • Palazzolo: musical Godspell

    • Gratis
    • 6 ottobre 2019
    • Teatro Parrocchiale

I più visti

  • Brescia Summer Music 2019: tutti i concerti dell'estate in Piazza Loggia

    • fino a domani
    • dal 29 giugno al 21 settembre 2019
    • Centro storico
  • Ali su Desenzano: le Frecce Tricolori sul Lago di Garda

    • Gratis
    • dal 5 al 6 ottobre 2019
    • Lungolago Cesare Battisti
  • Brescia: festa Time Records con Bob Sinclar e Benny Benassi

    • Gratis
    • 26 settembre 2019
    • Discoteca Molo
  • Desenzano: Caravaggio experience in Castello

    • dal 13 maggio al 13 ottobre 2019
    • Castello di Desenzano
Torna su
BresciaToday è in caricamento