Acque e Terre Festival 2012 - Concerti, spettacoli, incontri tra fiume, colline e lago

Acque e Terre Festival propone anche quest'anno concerti e spettacoli teatrali nei territori della provincia di Brescia. I "VIaggi di Acqua" iniziano il 21 giugno a Calcinato con i Jig RIg. Tra i protagonisti, Lucilla Giagnoni, Lella Costa e Tindaro Granata, rivelazione della passata stagione teatrale. Per info complete www.acqueterrefestival.it

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

acque e terre festival 2012 - concerti, spettacoli, incontri tra fiume, colline e lagoL'atteso appuntamento con Acque e Terre Festival torna anche nel 2012 con l'ottava edizione, nel solco di una tradizione consolidata che, dal 2005 ad oggi, ha saputo coinvolgere sapientemente istituzioni pubbliche, realtà private ed associazioni, creando una stretta collaborazione che lo ha reso una presenza costante sui territori della Provincia di Brescia.

Territori e luoghi che in Acque e Terre sono da sempre protagonisti: il legame tra ambiente, musica e teatro è la cifra che distingue il Festival sin dalle sue origini e chiave del successo raggiunto in questi anni, che ha portato alla realizzazione di più di 300 appuntamenti spettacolari, messi in scena in contesti spesso poco conosciuti o dimenticati, ma che si rivelano essere cornici degne di valorizzazione.

Acque e Terre, dunque, cerca di riconsegnare, grazie alla preziosa collaborazione delle amministrazioni locali, delle associazioni e dei privati, i luoghi agli abitanti, facendo scoprire loro rive di fiumi, sorgenti, cortili interni, cascine, parchi, palazzi padronali, aziende agricole, ma anche animando le piazze di paesi o di piccole frazioni con concerti e spettacoli teatrali.

All'interno di questi contesti, musica e teatro sono i due fili conduttori che, intrecciandosi, danno vita alle due tradizionali sezioni del Festival: Viaggi di Acqua e Memorie di Terra.

L'edizione di quest'anno prevede il coinvolgimento di 13 comuni (Calcinato, Calvagese della Riviera, Gavardo, Nuvolento, Nuvolera, Odolo, Paitone, Rezzato, Sabbio Chiese, Serle, Soiano del Lago, Villanuova sul Clisi, Vobarno). La prima parte, Viaggi di Acqua, avrà luogo dal 21 giugno al 21 luglio, mentre la seconda sezione, Memorie di Terra, indicativamente si svolgerà dal 28 agosto al 15 settembre (informazioni aggiuntive verranno comunicate entro il 23 luglio).

Per Viaggi di Acqua cinque sono gli appuntamenti musicali e cinque gli spettacoli teatrali in programma, per un totale di dodici rappresentazioni. Il primo appuntamento con il teatro è fissato per il 26 giugno a L'Palas ora proprietà Ragnoli di Serle. In scena le attrici dell'Associazione Teatro 19, dirette da Alessandro Mor, che presentano una nuova produzione Acque e Terre dedicata al mondo contadino e agli antichi lavori femminili: Donne di Terra.

Prendendo spunto dalle ampie descrizioni e testimonianze presenti nel mondo della letteratura, anche locale, Donne di terra avrà il compito di trasmettere al pubblico la centralità del ruolo femminile nel lavoro, appunto, della terra, richiamando un mondo in cui le parole maternità e matrimonio assumono una straordinaria varietà di significati. Lo spettacolo sarà replicato il 4 luglio a Paitone, il 12 luglio a Calvagese della Riviera e a Gavardo nella seconda parte del festival.

Sullo stesso filone che intende richiamare le ambientazioni del mondo contadino si inserisce Terra. Storie di corpi, di sogni, di trasformazioni, serata di chiacchiere e letture che vedrà protagonista Lucilla Giagnoni, il 2 luglio, alla Fonte Sum di Nuvolento. Leggendo brani tratti da Il dio delle Piccole Cose dell'attivista indiana Arundhaty Roy (vincitrice del premio Booker nel 2007), da La Favola delle cose Ultime di Sergio Givone, da Terra d'acqua e da Chimera di Sebastiano Vassalli, e suggestioni proposte da lei stessa, Lucilla Giagnoni offrirà al pubblico uno sguardo mondiale sulla cultura della terra, proponendo tre momenti narrativo - descrittivi: si interrogherà di come nasce un paesaggio, chi lo ha creato, quali sono i miti fondatori della cultura contadina della pianura; affronterà poi il discorso dalla prospettiva dell'alimentazione, concludendo poi con l'analisi dei corpi, dei sogni e delle trasformazioni, perché il paesaggio è fatto anche di esseri umani, e di corpi, appunto, che sono essi stessi un prodigio della natura.

Dalla terra "fisica" a quella "psicologica", il passaggio è breve. Il 3 luglio, alla Cascina San Giacomo di Rezzato, Acque e Terre presenta Antropolaroid, di e con Tindaro Granata, spettacolo insignito del Premio della Giuria Popolare Borsa Teatrale Anna Pancirolli nel 2010 e del Premio della Critica assegnato dall'Associazione Nazionale Critici di Teatro nel 2011; ha fatto registrare il sold out nelle sei repliche presentate al Teatro Elfo Puccini di Milano tra la fine di gennaio e l'inizio del febbraio scorso.

Tindaro Granata, attore siciliano classe 1978, è una delle rivelazioni del panorama teatrale della passata stagione: solo in scena, narra in un continuo oscillare tra commedia e tragedia la storia della sua famiglia dall'inizio del '900 ad oggi. In mezzo c'è lui stesso, che interpreta e racconta, con un dialetto siciliano molto comprensibile, le vicissitudini del nonno, del padre, della nonna e della bisnonna, della mamma, delle sorelle, degli amici, alternando voci, posture, espressioni, con abilità e leggerezza. Molti i temi che emergono in uno spettacolo in cui si ride, ci si commuove, si riflette sul profondo legame con le proprie origini e sulla volontà di emanciparsi da esse.

Un nome noto del mondo teatrale italiano, Lella Costa, torna ad omaggiare il Festival con la sua presenza: dopo Preghiera Darwiniana presentato nell'edizione 2010, quest'anno sarà un altro reading, Femminile e Singolare. Vedi alla voce poetessa, a coinvolgere il pubblico di Villanuova sul Clisi, il 7 luglio. Anche lo spettacolo di Lella Costa sarà, dunque, dedicato alle donne, sebbene da un'angolazione ben diversa: le donne raccontate dall'attrice milanese sono le più grandi poetesse vissute o riscoperte dalla letteratura del secolo scorso, tra cui Cristina Campo, Margherita Guidacci, Emily Dickinson, Sylvia Plath, Kate Clancy ed Elizabeth Bishop.

Letteratura che torna protagonista anche il 13 luglio, nell'atteso appuntamento con Racconti in cammino, ovvero la notte letteraria che, per il terzo anno consecutivo, avrà luogo a Serle, sull'Altopiano di Cariadeghe. Protagonisti attivi della serata saranno gli spettatori che sono invitati a percorrere il sentiero attraverso i boschi dell'Altopiano, lungo il quale incontreranno, tappa dopo tappa, quattro attori dell'Associazione Culturale Elea che interpreteranno le parole di Eduardo Galeano, Giuliano Scabia e Wisława Szymborska. Quattro soste lungo il cammino faranno loro incontrare ladri di stelle, anime erranti di antichi cavalieri alla ricerca del Paradiso ed astratte figure umane, che cercheranno di svelare il senso della vita in un luogo dal fascino evocativo e misterioso.

Saranno però, come di consueto, gli appuntamenti musicali ad aprire e chiudere Viaggi di Acqua. La serata inaugurale si inserisce anche quest'anno nell'ambito della Festa Europea della musica, evento internazionale celebrato in concomitanza con il solstizio d'estate, alla quale aderisce il comune di Calcinato: in Piazza della Repubblica, saranno i Jig Rig a trascinare il pubblico nelle sonorità celtiche, in un concerto dedicato a Il canto delle scogliere, un vero e proprio viaggio attraverso le sonorità di Irlanda, Scozia e Bretagna.

L'appuntamento con la musica celtica si rinnova il 29 giugno in Piazza Marconi, a Gavardo, con gli FBA, FereBandAperta, o, se vogliamo, FucinaBucolicArtistica, acronimi che ben rappresentano l'estro musicale e la vitalità artistica di Maurix Feregalli, suo indiscusso leader, e dei musicisti che nel tempo si sono alternati al suo fianco, riuscendo a proporre una personalissima interpretazione del folk celtico, spaziando liberamente tra la tradizione irlandese, scozzese, bretone, senza comunque mai dimenticare le proprie origini padane, mescolando sapientemente l'idioma anglosassone e gaelico con i tanti dialetti lombardi.

Dal Nord Europa al Sud Italia: Acque e Terre rinnova il sempre atteso appuntamento con la taranta, che ogni anno richiama centinaia di spettatori. Saranno i Sabatum Quartet a portare un angolo di Calabria nella splendida proprietà Bianco Speroni "Il Castello", a Nuvolera, il 6 luglio. Sonala, cantala e danzala! è un concerto che farà vivere al pubblico una nuova prospettiva della musica etnico - popolare. La formazione proporrà infatti brani che spaziano dalla classica tarantella, mescolandoli con altri, inediti, di contenuto sociale, alternando tradizione e sperimentazione per portare i suoni della Calabria nel mondo.

Sabbio Chiese sarà invece lo scenario del concerto del Collettivo Mazzulata, che si esibirà in un genere che la band chiama "Ratafolk", una miscela di musica tradizionale italiana e altri stili, tra cui salsa, blues, zydeco, rock'n'roll, jungle. Il risultato è una folle, creativa combinazione di ritmo, groove, melodie, colori e idee che suscita l'entusiasmo sia nelle giovani, sia nelle vecchie generazioni. L'11 luglio nella piazzetta di Pavone, durante il loro show suoni, colori e ritmi di ogni paese e nazione si intrecceranno con la musica popolare italiana.

Il 21 luglio, al Castello di Soiano del Lago, conclude la prima parte della rassegna il milanese Stefano Zeni, bresciano d'adozione, salito nel 2011 al secondo posto del podio di miglior violinista italiano, decretato da un referendum popolare promosso dalla prestigiosa rivista Jazzit. Musicista curioso ed eclettico, compositore e arrangiatore versatile, accompagnato dalla sua Band, presenta il suo ultimo album, Passaggi Circolari, prodotto in Germania dalla YVP Music nel settembre 2011. Un concerto di world music dalle calde atmosfere, sostenute da ritmiche e sonorità jazz-rock cariche di energia.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero e gratuito tranne:

Sabato 7 luglio Villanuova Sul Clisi Parco dell'Isolo; in caso di maltempo Teatro Corallo Piazza Roma

Lella Costa Femminile e Singolare. Vedi alla voce poetessa

Ingresso € 12

Prenotazioni presso la Biblioteca Comunale di Villanuova (0365.371758) dalle 14 alle 19 - indirizzo e-mail: biblio.villanuova@libero.it

Informazioni generali 030.3759792 www.acqueterrefestival.it
 

 

I più letti
Torna su
BresciaToday è in caricamento