Ferruccio Brugnaro a Moniga del Garda: «La poesia e la fabbrica»

Questa sera la Sala Consiliare ospita il poeta operaio del Petrolchimico di Marghera. Poesia di lotta e di passione, parole dure che denunciano i mali della società del profitto e del consumismo sfrenato. Dalle ore 20 e 30

Il Petrolchimico

La parola e la poesia come strumenti di lotta vera, la lotta operaia che si riappropria di quello che dovrebbe essere suo e tenta di intaccare l’ideologia dominante dalle mille storture, e dalle mille contraddizioni. Questa sera a Moniga del Garda un ospite che va oltre le canoniche definizioni, le semplici interpretazioni: alle 20 e 30 nella Sala Consiliare arriva Ferruccio Brugnaro, il poeta operaio.

“La lotta contro un’alienazione più sottile, propria della società attuale – ha scritto di lui Francesco Moisio – che la classe dominante vuole senza ideali, soffocata dal consumismo, in cui l’individuo vive senza storia. […] Come nella fabbrica semplici gesti potevano assumere il significato di affermazioni della resistenza dell’uomo agli ingranaggi stritolanti del potere del padronato, così è del poeta dire della lotta che milioni di uomini portano avanti ogni giorno, contro il dominio del capitale, contro il modello di società e di vita che questo dominio impone”.

Il poeta del petrolchimico che anche il presidente della Commissione Cultura del piccolo paese gardesano, Igor Costanzo, non ha esitato a definire come “uno dei più grandi artisti viventi”. La sua storia come in un diario, un diario operaio in versi che esalta la lotta, e che denuncia il male della società del profitto. Con lo sguardo mai domo verso l’internazionalismo, la passione che si accompagna alla ragione.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Tragedia al centro commerciale: travolta da un camion, muore una donna

    • Cronaca

      Inferno di fuoco all’alba: 4 auto divorate dalle fiamme

    • Cronaca

      Rubano 1 chilometro di cavi in rame, il paese rimane al buio

    • Cronaca

      Perde l’equilibrio mentre pota un albero, precipita da 3 metri d’altezza

    I più letti della settimana

    • Nuova vita per la fabbrica dei sogni: cinema riapre dopo anni di chiusura

    • Pontevico: "Cakes", mostra personale di Giovanna Sottini

    • "Tempi della Storia, Tempi dell'Arte": Cesare Battisti tra Vienna e Roma

      Torna su
      BresciaToday è in caricamento