San Valentino: una giornata romantica, la “Top 10” bresciana

Veduta notturna del castello di Brescia

Per la festa di San Valentino, Bresciatoday ha pensato a una lista di luoghi e locali in cui passare una tranquilla e romantica giornata bresciana. E’ un elenco del tutto arbitrario, stilato dai giornalisti della redazione (sulla nostra pagina Facebook consigli e integrazioni saranno ben accetti). Abbiamo volutamente escluso le alte valli pensando più a un pubblico cittadino e alla direttiva della A4 per gli spostamenti: speriamo che la scelta non sia di offesa a nessuno. Cogliamo infine l’occasione per fare gli auguri a tutti gli innamorati, ed ecco la nostra speciale lista:

- Tramonto in Castello a Brescia, per una piacevole passeggiata mano nella mano. Aperitivo in piazza Loggia o in piazza Duomo, cena romantica tra le osterie e trattorie del centro storico, dal “Bianchi” al “Gasparo”, dal “Crivello” alla “Croce Bianca”.

- Camminata serale a Salò, partendo da spiaggia Tavine e arrivando fino in centro, “pirlo” in uno dei tanti bar ed enoteche che si affacciano sul lago, menù tipico all’osteria "Dell’Orologio" o un bel piatto di casoncelli “Al Gallo”, nella frazione di Campoverde.

- Tramonto da non perdere sul lago d’Iseo, guardano il sole scendere sulla sponda bergamasca. C’è un borghetto, Vello di Marone, luogo incantevole in cui è possibile fare un aperitivo sulla terrazza del bar “Baia del sol”. Dal sagrato della chiesa, inoltre, si gode un’ottima vista su tutto il Sebino. Poco distante c’è la trattoria “Glisenti”, per palati raffinati. Sempre per chi ama il pesce di lago, consigliamo di prendere il traghetto e recarsi a Montisola. Insuperabile l’ambiente familiare del ristorante Milano.

- Sirmione è forse il borgo più fiabesco dell’intera provincia. Dalla Passeggiata delle Rimembranze Poetiche il lago è un incanto la sera, con i pontili per barche e bagnanti che, vuoti d’inverno, rendono l’atmosfera ancora più suggestiva. Poi cena e bagno termale al centro benessere Aquaria, che - solamente di sabato - resta aperto fino a mezzanotte.

- Maddalena: guardare la città allontanarsi man mano che si sale i tornanti, e il castello illuminato svettare sul monte Cidneo. Una volta in cima, lo spettacolo della pianura Padana. In caso di nebbia, è possibile osservare anche un fenomeno davvero particolare. Vedere un mare bianco e “spumeggiante”, colorato dal basso dalle tante luci cittadine. Per cenare, niente di meglio che una bella grigliata di carne davanti al camino acceso del “Grillo”.

- Palazzolo, con i suoi colli che scendono dolcemente verso il fiume Oglio, offre diversi scorci romantici, passeggiando tra i monumenti di interesse storico che caratterizzano il paese, dalla Rocca alla Torre del Popolo, dal Ponte Romano al bel quartiere di Mura. Senza dimenticare i tanti parchi sul lungofiume. “Hosteria Dolce Vita”, “La svolta” o “Retrogusto” per cenare, ma tutto il centro è pieno di ottimi ristoranti.

- Appena fuori dalla provincia, subito dopo Orzinuovi, è possibile visitare Soncino, Comune inserito tra i “Borghi più belli d’Italia”. Il castello non ha davvero uguali, quasi in tutta la Lombardia. Tra centro, Borgo Sotto e Borgo Sera, tante le occasioni per cenare senza restare delusi.

- Salire nel pomeriggio sul Baldo ad osservare il Benaco in tutta la sua bellezza. Il modo più facile per farlo è sicuramente la funivia che parte da Malcesine. La sera, poi, un buon “bollicine” ai piedi del Castello Scaligero. Per mangiare, tornando verso Sirmione e la provincia di Brescia, a Pacengo c’è “da Ismaele”, pesce ottimo a prezzi davvero convenienti.

- Passeggiata nella Riserva Naturale delle Torbiere. D’inverno, in parte ghiacciata, il giochi di specchi con il cielo e le montagne è da togliere il fiato. La sera un aperitivo sul lungolago tra Sarnico e Paratico. Mangiare alla Cascina Oglio, con il suo bel parco subito dopo la diga, è una esperienza che vale davvero la pena.

- A Bedizzole c’è un piccolo gioiello nascosto, l’antica contrada di Pontenove. Caratteristici il ponte sul fiume, la pieve romanica e il vicino Parco Ca' del Bés, con le sue belle panchine sul Chiese, ottime per lunghi baci innamorati. All’Osteria Antica Pieve, una volta assaggiate le crudité di pesce non si possono più dimenticare.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Dove l'aria è irrespirabile: Brescia è la città più inquinata d'Italia

  • Attualità

    In paese nuove telecamere per leggere le targhe: investimento da 80mila euro

  • Attualità

    "Sembra tutto così irreale, la nostra bimba ancora non sa che la mamma è morta"

  • Cronaca

    Listeria nell'insalata "Capricciosa", tre lotti contaminati ritirati dal mercato

I più letti della settimana

  • Cadavere carbonizzato: ad uccidere Stefania è stata la rivale in amore

  • "Hai fatto sesso con la mia fidanzata": pistola in pugno, rapisce un operaio e lo porta nei boschi

  • "Ti amo" e una rosa rossa: così ha attirato Stefania nella trappola mortale

  • Massacrata con 4 martellate, bruciata con la benzina: "La festa è andata bene"

  • Timbra il cartellino, ma intanto se la spassa al ristorante: licenziata in tronco

  • Relazione con Giancarlo Magalli? Giada smentisce tutto: "Solo amicizia"

Torna su
BresciaToday è in caricamento