Il 21 giugno al via la decima edizione di Acque e Terre Festival

Il 21 giugno a Calcinato prende il via la decima edizione di Acque e Terre Festival, che anche quest'anno prevede il coinvolgimento di 11 comuni (Calcinato, Gavardo, Nuvolento, Nuvolera, Odolo, Paitone, Rezzato, Sabbio Chiese, Serle, Villanuova sul Clisi, Vobarno). Viaggi di Acqua (prima parte del festival) prevedono tre spettacoli teatrali (tra cui un’anteprima nazionale), cinque appuntamenti musicali e due Notti Letterarie

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Dal 2005 ad oggi, Acque e Terre Festival è sinonimo di valorizzazione della cultura etnico-popolare che abbraccia i gesti, le rappresentazioni e le sonorità dell'Italia intera e delle terre di confine, in uno sguardo che contempla il folklore oltre le Alpi e si spinge fino alle calde sonorità del sud. Acque e Terre quest'anno festeggia il traguardo della decima edizione: in dieci anni, la rassegna ha saputo radicarsi nel territorio bresciano lungo le sponde del Chiese coinvolgendo istituzioni pubbliche (i Comuni promotori, la Provincia di Brescia con l'Assessorato Cultura e Turismo, la Comunità Montana di Valle Sabbia), fondazioni (Fondazione ASM), realtà private ed associazioni.

Il legame tra ambiente, musica e teatro è la cifra che distingue il Festival sin dalle sue origini e chiave del successo che in questi anni ha portato alla realizzazione di circa 380 appuntamenti seguiti da oltre 90mila spettatori, con picchi di 1.200 presenze durante alcune serate: un pubblico migrante e protagonista, che segue non solo gli spettacoli proposti nel proprio comune, ma che si ritrova anche nelle altre serate e dimostra di apprezzare anche gli appuntamenti di carattere non spettacolare dedicati alla riscoperta del territorio, alla cultura rurale e delle sue produzioni. Acque e Terre riconsegna, grazie alla preziosa collaborazione delle amministrazioni locali, delle associazioni e dei privati, i luoghi agli abitanti, facendo scoprire loro rive di fiumi, sorgenti, cortili interni, cascine, parchi, palazzi padronali, aziende agricole, ma anche animando le piazze di paesi o di piccole frazioni con concerti e spettacoli teatrali. Spettacoli e concerti che vengono messi in scena in contesti spesso poco conosciuti o dimenticati, ma che si rivelano essere cornici degne di valorizzazione.

Musica e teatro sono i due fili conduttori che, intrecciandosi, danno vita alle due tradizionali sezioni del Festival: Viaggi di Acqua e Memorie di Terra. Appuntamenti musicali che ribadiscono lo stretto legame con le radici della terra, che si fanno tramite delle diverse tradizioni folk, proponendo contaminazioni tra le varie sonorità in un continuo e vitale confronto. Stesso principio seguito dalle rappresentazioni teatrali che, inserite nel solco del teatro di narrazione, hanno allargato l'orizzonte al rapporto con la letteratura, proponendo appuntamenti esclusivi, interessanti novità del panorama teatrale nazionale e produzioni ad hoc. In dieci edizioni, Acque e Terre ha saputo produrre cultura: tra i Progetti Speciali ricordiamo quelli che per due anni hanno portato giovani attori bresciani a confrontarsi con le tradizioni e i riti contadini dedicati alle Notti di San Giovanni; i progetti di Teatro di Comunità che a Calcinato e Bedizzole hanno creato un ponte tra le generazioni; le produzioni (Zanzanù e altre storie de póra) che hanno riportato in vita leggendari personaggi bresciani; gli spettacoli dedicati ad antichi lavori ormai persi (Regine e Lavandaie, Legate a un filo, Donne di terra), i 4 spettacoli della "trilogia" della Signora Maria (prodotta dal Teatro Poetico di Gavardo) che ha divertito ma anche reso testimonianza dei passaggi generazionali che solcano la storia delle nostre comunità.

Questo senza dimenticare l'apporto di tanti grandi artisti, amici del Festival, che hanno contribuito a farlo conoscere e a promuoverlo anche al di fuori del territorio di Acque e Terre: da Lella Costa a Maria Paiato, da Leonardo Manera a Diego Parassole, da Moni Ovadia a Natalino Balasso, da Luigi Lo Cascio a Ascanio Celestini, da Davide Enia a Saverio La Ruina fino ad Alessandro Bergonzoni, Lucilla Giagnoni e Marco Baliani. Molti di loro ci hanno donato vere e proprie perle, non solo le classiche ospitalità di rilievo ma progetti unici appositamente studiati per il Festival. Non meno ricca è la schiera della sezione musicale di Acque e Terre: Peppe Servillo e Paolo Fresu, Alyth McCormack e i Mercanti di Liquore, Riccardo Tesi e Claudio Carboni (pionieri della ricerca musicale popolare italiana), Giovanna Marini solo per citarne alcuni. Altra cifra distintiva del Festival sono stati e continuano ad esserlo le Notti Letterarie, appuntamenti che il pubblico ha dimostrato di capire e apprezzare, seguendo numerosi, con scarpe comode e torce alla mano, i percorsi tortuosi sull'Altopiano di Cariadeghe (Serle) o di Nuvolento.

Decima edizione - 2014

L'edizione di quest'anno prevede il coinvolgimento di 11 comuni (Calcinato, Gavardo, Nuvolento, Nuvolera, Odolo, Paitone, Rezzato, Sabbio Chiese, Serle, Villanuova sul Clisi, Vobarno). La prima parte, Viaggi di Acqua, avrà luogo dal 21 giugno al 14 luglio, mentre la seconda sezione, Memorie di Terra, si svolgerà indicativamente dal 27 agosto al 12 settembre (informazioni complete verranno comunicate entro il 25 luglio). I Viaggi di Acqua prevedono tre spettacoli teatrali (tra cui un'anteprima nazionale), cinque gli appuntamenti musicali e due Notti Letterarie.

Come di consueto, saranno gli appuntamenti musicali ad aprire Viaggi di Acqua. La serata inaugurale di sabato 21 giugno si inserisce idealmente nell'ambito della Festa Europea della Musica, appuntamento celebrato in concomitanza con il Solstizio d'estate. Confermato a Calcinato, come da tradizione, il concerto inaugurale in Piazza della Repubblica, che quest'anno raddoppia: sabato 21 giugno il trio formato da Charlie Cinelli, Piergiorgio Cinelli e Andrea Bettini si esibirà in ConCertAzent, un appuntamento musicale creato ad hoc per Acque e Terre, mentre domenica 22 giugno si replica nella stessa piazza con le chitarre e le percussioni dei Caio de Rò. Martedì 24 giugno Acque e Terre porta alla Corte Albertini di Nuvolera i Folkamiseria in Musica osaica, un viaggio nelle sonorità della musica folk che unisce rock e tradizione, mescolando ambient irlandesi, piemontesi, francesi, con suoni moderni di batteria, basso e chitarra elettrica. Giovedì 3 luglio sul Colle di Sant'Onofrio a Sabbio Chiese, Calicanto Trio proporrà Ballabili antichi dalle Dolomiti alla Laguna, un concerto che racconta le musiche da ballo del primo Novecento nelle valli dolomitiche, musiche eseguite in occasioni rituali. Infine, Lunedì 14 luglio a Paitone si passa alle travolgenti sonorità e le calde movenze delle musiche e dei balli propri della tradizione contadina del leccese con i musicisti e le danzatrici del gruppo Ballati tutti quanti che si esibiranno in Pizzica pizzica, la voce del Salento.

Gli appuntamenti teatrali si aprono alla Cascina San Giacomo di Rezzato mercoledì 25 giugno con l'anteprima nazionale di Sprolego Spuà di e con Eugenio Allegri e Silvia Girardi, tratto dall'opera di Angelo Beolco detto Ruzante. Lo spettacolo intende restituire la modernità di un autore cinquecentesco come Ruzante che va riproposta all'attenzione del pubblico teatrale, rimanendo intatta nella sua essenza: contenuti, linguaggio, lingua, quel "pavan" apparentemente ostico, duro, incomprensibile, che dopo qualche attimo di ascolto diviene suono amichevole, per insegnarci a leggere, coniugato al passato, il nostro presente. Venerdì 27 giugno il Parco della Salute della Fondazione Irene Rubini Falk di Vobarno ospiterà La Turnàta con Mario Perrotta, grande talento del teatro italiano, premio UBU nel 2012 con Atto finale - Flaubert e nel 2013 come Miglior Attore per Un bès, Antonio Ligabue.

Dopo il consenso ottenuto con la prima parte del progetto Italiani cìncali, dedicata ai minatori del Belgio (circa 300 repliche in Italia e all'estero e la candidatura al Premio Ubu come nuovo testo italiano), viene presentato, per la prima volta in provincia di Brescia, il secondo capitolo di quel progetto incentrato sull'emigrazione italiana in Svizzera, fenomeno che giunse al suo massimo incremento durante gli anni '60. Il terzo e ultimo appuntamento teatrale sarà martedì 1 luglio a Limone di Gavardo con Giancarlo Bloise in CucinarRamingo, progetto di spettacolo Vincitore del Premio Dante Cappelletti 2012. Sul palco, Giancarlo Bloise allestisce una cucina vera e propria che diventa un pretesto per il racconto millenario dell'uomo alla ricerca delle sue più intime radici, un piatto gustoso da servire a spettatori di ogni tipo attraverso un'azione concreta, un viaggio, un racconto, una ricetta.

Immancabile anche nella decima edizione l'appuntamento con le Notti Letterarie. Giovedì 26 giugno a Nuvolento, Teatro19 proporrà brani che raccontano la Prima Guerra Mondiale in Piccola Grande Guerra, mentre venerdì 11 luglio sull'Altopiano di Cariadeghe a Serle, Elea Teatro/Industria Scenica presenterà Le stagioni di Mario, frammenti tratti da Stagioni di Mario Rigoni Stern, a cura di Serena Facchini ed Ermanno Nardi. Durante le Notti Letterarie, gli spettatori sono invitati a portare dei libri da scambiare tra loro, sui temi della natura, dell'ambiente rurale, della prima e della seconda guerra mondiale, preferibilmente diari, raccolte di lettere, racconti e romanzi.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito tranne:

mercoledì 25 giugno ore 21,15 - Rezzato Anteprima Nazionale SPROLEGO SPUÀ con Eugenio Allegri e Silvia Girardi. Ingresso 5€ - prevendite da venerdì 6 giugno presso Pierre 2000 via Leonardo da Vinci, 20, Rezzato (030.2792153) e Libreria Punto Einaudi via Pace 16/a Brescia (030.3757409).

Per la partecipazione (gratuita con prenotazione) alle Notti Letterarie vedi informazioni riportate nel calendario.

Itinerari di Acqua - attraverso il paesaggio fra gli insediamenti rurali della Valtenesi

Sono in via di definizione gli Itinerari di Acqua la cui programmazione verrà comunicata a breve

Acque e Terre segnala le attività di Boutique Hotel Villa dei Campi (Limone di Gavardo)

Sabato 21 giugno corso base su lievito madre, panificazione e pizza con Renato Bosco, "il pizzaricercatore", premiato dalla guida delle pizzerie d'Italia del Gambero Rosso e conduttore del programma Pan per focaccia. Pranzo light e cena finale inclusa nel costo di partecipazione (minimo dieci partecipanti); iscrizioni entro il 30 maggio 2014.

Mercoledì 16 luglio e mercoledì 10 settembre laboratorio teorico-pratico di cucina vegana (durata 2h30 circa), seguito da cena in collaborazione con Violamirtillo (minimo 8 partecipanti); iscrizioni entro 3 giorni dall'evento.

Tutti i mercoledì nei mesi di giugno, luglio e agosto cene vegane dall'antipasto al dolce, per sperimentare piatti gustosi con alimenti insoliti e salutari. È gradita la prenotazione.

Per informazioni, iscrizioni e costi delle attività e delle cene: Boutique Hotel Villa dei Campi - via Limone, 27 - 25085 Gavardo, BS - 0365.374548 - info@hotelvilladeicampi.com

In particolare consulta gli aggiornamenti delle sezioni "Corsi" e "Cena Vegana" del sito www.hotelvilladeicampi.com

Gli spettatori di Acque e Terre potranno usufruire, durante tutto il periodo del festival, di una convenzione con il Libraccio (c.so Magenta 27/d Brescia 030.3754342), che riserverà loro uno sconto del 10% su tutti i libri non scolastici.

L'organizzazione si riserva variazioni al programma per cause indipendenti dalla propria volontà.

Qualche anticipazione su Memorie di Terra

Come di consueto, ai Viaggi di Acqua seguiranno le Memorie di Terra, che si svolgeranno orientativamente dal 27 agosto al 12 settembre. Non mancheranno grandi nomi del panorama teatrale come Pamela Villoresi e Lucilla Giagnoni che con Elisabetta Salvatori e insieme ad altri appuntamenti di natura musicale formeranno l'ossatura di Memorie di Terra.

Un ringraziamento a chiunque ci ha fornito stimoli anche inconsapevoli, a tutte le donne e gli uomini che ci hanno aperto le loro case, a tutti quelli che ci ospitano, a tutti quelli che volontariamente ci hanno offerto preziose energie

Informazioni generali e sulla fruibilità degli spazi per i portatori di handicap

030.3759792 info@acqueterrefestival.it

Informazioni specifiche presso l'Ufficio Cultura dei Comuni del Festival

www.acqueterrefestival.it

ACQUE E TERRE FESTIVAL 2014

ENTI PROMOTORI

Comuni di Calcinato, Gavardo, Nuvolento, Nuvolera, Odolo, Paitone, Rezzato, Sabbio Chiese, Serle, Villanuova sul Clisi, Vobarno.

con il contributo di

Provincia di Brescia - Assessorato Cultura e Turismo

Comunità Montana Valle Sabbia

Fondazione ASM

ACQUE E TERRE FESTIVAL 2014

ideazione e progetto Vittorio Pedrali Ilaria Tameni

co-organizzazione Eureteis Brescia

segreteria organizzativa Francesca Zini - Elisa Lancini

ufficio stampa Alice Gussoni

progetto grafico studionoise.it

webmaster Marco Pesci

Torna su
BresciaToday è in caricamento