Uffici condivisi e spazi open-space: anche sul Garda sbarca il coworking

Ha aperto da qualche giorno “WorkinGarda”, il nuovo progetto di coworking sull'ex Statale di Manerba: la titolare e l'ex finalista di Miss Italia Martina Avanzi

Martina Avanzi

Un progetto dal fascino metropolitano alle pendici delle colline gardesane: in quel di Manerba, sulla Sp568 alla rotatoria del bivio per Picedo, da qualche giorno ha aperto “WorkinGarda”, il primo spazio dedicato al “coworking” di tutto il lago, oltre 330 metri quadrati di uffici, sale riunioni e conferenze, angolo relax, che potranno essere utilizzati da start-up, aziende locali e non, singoli professionisti e perché no pure studenti che hanno bisogno di un ufficio o una scrivania per un tempo determinato, che sia qualche ora oppure qualche settimana.

Ma cos'è il coworking? Un “metodo” che prevede la condivisione di un ambiente di lavoro, solitamente un ufficio, mantenendo però un'attività indipendente. Per capirci: da WorkinGarda ci sono due uffici da due scrivanie, un ufficio più grande da cinque, spazi open-space, una sala riunioni, una sala conferenza da 50 posti. E ciascuno di questi potrà essere utilizzato da persone e attività che fanno lavori differenti, dall'agente di commercio in trasferta nel Bresciano a chi viene da fuori per fiere o eventi, e poi appunto start-up, sedi temporanee, eventi aziendali, presentazioni e degustazioni.

Ce ne sono a Brescia e Milano, ovviamente, ma sul Garda è il primo: da un'idea di Martina Avanzi, che ne è la responsabile, classe 1995 e un passato da modella (oltre che finalista a Miss Italia, già eletta Miss Brescia e Miss Bagaglino), ora provetta imprenditrice. “So bene che si tratta di un ambiente più consono a una metropoli – spiega – ma anche il lago di Garda ha il potenziale di una grande città, ci sono tanti giovani che hanno voglia di fare, studenti e start-up che hanno bisogno di spazi”.

WorkinGarda è aperto dal lunedì al venerdì, e il sabato su richiesta: per informazioni 0365 554208 oppure workingarda@outlook.it. E non si butta via niente: il capannone di WorkinGarda, che un tempo ospitava una pescheria, era abbandonato ormai da 15 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

Torna su
BresciaToday è in caricamento