Addio a un pezzo di movida: il Crazy Bar chiude dopo 10 anni

Serrande abbassate al Crazy Bar di Villa Carcina, tempio della movida Valgobbina.

Crazy Bar (fonte Facebook)

Niente più gruppi di giovani e giovanissimi ammassati sul marciapiede che si affaccia sulla Provinciale 345: il tempio della movida Valtrumplina ha chiuso per sempre i battenti. Per tanti  il 'Crazy bar' di Villa Carcina è stato come il più noto 'Roxy bar' della hit di Vasco Rossi. Il punto di ritrovo per eccellenza di almeno tre generazioni, la tappa obbligata per cominciare e terminare le sere di festa.

Una chiusura annunciata da tempo e avvenuta, all'inizio di aprile. "Non si lavora più come un tempo" ha spiegato il gestore Marco Cadei, che ha iniziato una nuovo capitolo a Lumezzane, dopo la grande festa d'addio con i tanti clienti affezionati del Crazy. Una seconda casa per tanti giovani e anche per gli sportivi della valle, che tra i tavolini e i divanetti rossi del Crazy hanno brindato a vittorie e promozioni e dimenticato le sconfitte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel locale a ridosso della Provinciale sono nate amicizie, si sono create e ritrovate 'immense compagnie", sono sbocciate innumerevoli storie d'amore. 

"In questo locale ho praticamente vissuto, ho conosciuto un sacco di persone ed ho avuto il privilegio di farle divertire con la mia musica, ho visto generazioni cambiare, ho visto gente che si è fidanzata e poi sposata, ho visto e vissuto emozioni di ogni genere" ha scritto su Facebook Sebastiano Mazzola, dj del locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus, riapre il centro commerciale Elnòs: coda mostruosa per entrare

  • Coronavirus: riaprono i bar, ragazzo subito collassa per il troppo alcol

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

Torna su
BresciaToday è in caricamento