Imprenditore sparito nel nulla: 4,5 milioni di euro per l’azienda del mistero

La base d’asta era stata fissata in 3 milioni e 400mila euro

Carabinieri alla Fonderia Bozzoli © Bresciatoday.it

La Fonderia Bozzoli di Marcheno è stata acquistata per circa 4 milioni e mezzo di euro dalla Rvd di Lumezzane (di proprietà della famiglia Rivadossi) che ha superato con un rialzo decisivo l’offerta della Valpres sempre di Marcheno (e di proprietà della famiglia Bonomi). Il tribunale ha deciso: la “fonderia del mistero” è passata di mano. La base d’asta era stata fissata in 3 milioni e 400mila euro.

Chiusa ormai da tempo, in concordato preventivo dal maggio scorso dopo la chiusura forzata disposta dalla Procura, che aveva sequestrato l’azienda per ben 105 giorni nell’ambito delle indagini sulla scomparsa di Mario Bozzoli, di cui non si hanno notizie dall’ottobre del 2015, e sulla morte dell’operaio Giuseppe Ghirardini, trovato senza vita ai piedi delle Case di Viso, in Valcamonica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

Torna su
BresciaToday è in caricamento