Imprenditore sparito nel nulla: 4,5 milioni di euro per l’azienda del mistero

La base d’asta era stata fissata in 3 milioni e 400mila euro

Carabinieri alla Fonderia Bozzoli © Bresciatoday.it

La Fonderia Bozzoli di Marcheno è stata acquistata per circa 4 milioni e mezzo di euro dalla Rvd di Lumezzane (di proprietà della famiglia Rivadossi) che ha superato con un rialzo decisivo l’offerta della Valpres sempre di Marcheno (e di proprietà della famiglia Bonomi). Il tribunale ha deciso: la “fonderia del mistero” è passata di mano. La base d’asta era stata fissata in 3 milioni e 400mila euro.

Chiusa ormai da tempo, in concordato preventivo dal maggio scorso dopo la chiusura forzata disposta dalla Procura, che aveva sequestrato l’azienda per ben 105 giorni nell’ambito delle indagini sulla scomparsa di Mario Bozzoli, di cui non si hanno notizie dall’ottobre del 2015, e sulla morte dell’operaio Giuseppe Ghirardini, trovato senza vita ai piedi delle Case di Viso, in Valcamonica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Musicista bresciano accoltellato fuori da un locale

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • La fame di supermercati non si placa: nuovo punto vendita in arrivo

Torna su
BresciaToday è in caricamento