Numeri e progetti in Vallesabbia fanno brillare i bilanci delle società partecipate dalla Comunità Montana

Il Presidente Flocchini con la Giunta di CMVS annunciano l'80% raggiunto nei primi 2 mesi di raccolta differenziata

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

VALLESABBIA – Numeri importanti accompagnano le società partecipate dalla Comunità Montana Vallesabbia: il 2017 è stato un anno molto positivo! Il Presidente Flocchini, insieme alla Giunta, tuttavia legge il bilancio “aziende comunitarie” attraverso altre lenti: “L'obiettivo primario è contribuire al miglioramento della qualità della vita delle persone e delle aziende del nostro territorio attraverso l'erogazione di servizi sempre più efficienti e puntuali. In secondo battuta dobbiamo produrre attività che siano compatibili con il mercato e quindi a costi il più competitivi possibile come anche il Decreto legge Madia 175/2016 ha imposto ed al quale ci siamo adeguati.

Il 2017 da questo punto di vista credo sia stato un anno importante perchè ha visto il rilancio di Sae con il progetto della raccolta differenziata, mentre Secoval ha vinto la sfida 4.0 della digitalizzazione nella P.A. grazie al server farm centralizzato nella sala CED per i Comuni e all'innovazione e implementazione tecnologica sempre senza abbassare la guardia nei confronti della privacy e della sicurezza informatica; Vallesabbia Solidale si è particolarmente rinnovata nei vertici e, oltre ad effettuare migliaia di interventi nel campo dei servizi sociali per conto di molteplici comuni del territorio, ha anche potenziato l'organico del social work e visto ottimi risultati in termini di reinserimento al lavoro da parte di inoccupati e giovani grazie alle varie misure applicate”.

Nel dettaglio: i risultati d'esercizio presentati da Secoval mostrano una crescita del fatturato a € 3.367.965,00 realizzato attraverso il miglioramento delle attività tradizionali, l’implementazione dei cambiamenti tecnologici, sia a livello software sia hardware, il consolidamento nella gestione della server farm di Comunità Montana oltre che nell'attività dell’area tecnica in supporto ai Comuni nei processi di gestione del territorio e nella realizzazione degli studi di microzonazione sismica. Mentre è proseguito alacremente il lavoro di unificazione delle mappe catastali austroungariche con il DB Topografico. L’area tributi ha affrontato brillantemente l’organizzazione di tutte le attività propedeutiche all’avvio del servizio di nettezza urbana per i Comuni aderenti il servizio, mantenendo, comunque, le performance nella produzione degli avvisi di pretesa tributaria (ordinari e straordinari).

Per quanto riguarda Valle Sabbia Solidale ha totalizzato un fatturato d'esercizio di € 3.483.827,00 in linea con gli anni passati. L'azienda ha gestito i servizi sociali, assistenziali ed educativi in affidamento diretto da CMVS, che è capofila dei comuni compresi nel Distretto Sanitario numero 12. L’anno in corso è coinciso con il potenziamento del servizio social work grazie ad un importante contributo nazionale sulla misura PON SIA. Tale progetto ha permesso l’inserimento di due nuove figure professionali a supporto del servizio. Ad oggi la società conta 21 dipendenti a tempo indeterminato, 6 dipendenti a tempo determinato e un collaboratore esterno in supporto all’attività del servizio social work. Per Servizi Ambiente Energia Valle Sabbia il fatturato 2017 è stato pari a € 365.343,74. La maggior parte delle attività 2017 si riferiscono alle consuete operazioni legate agli impianti fotovoltaici in gestione alla società (in particolare il parco fotovoltaico di Gusciana a Gavardo).

L'impianto ha prodotto un incremento di € 300.000, interamente riconosciuti ai Comuni, rispetto al 2016, mentre si è preparata per attivare il servizio di nettezza urbana sui 25 Comuni della Valle e Muscoline. In relazione invece ai primi riscontri avuti in merito alla raccolta differenziata, il Presidente Flocchini annuncia un risultato sorprendete, anche se ancora parziale: “I riscontri relativi al livello di collaborazione dei cittadini valsabbini è straordinario: la raccolta differenziata nei Comuni di Gavardo, Roè Volciano, Villanuova sul Clisi, Vallio Terme, Vobarno, Paitone, Serle, Barghe, Bione, Preseglie, Muscoline, Anfo, Vestone, Capovalle, Treviso Bresciano, Provaglio Val Sabbia, Idro, Lavenone, Sabbio Chiese, Agnosine e Odolo, Pertica Alta, Pertica Bassa, Casto e Mura ha prodotto un dato frutto di un autentico e grande senso civico. Si è infatti nei primi due mesi riusciti a raggiungere l'80% di differenziata nei comuni della bassa valle partiti dai primi di febbraio! Un numero sicuramente parziale e quindi solamente tendenziale, ma che fa davvero ben sperare per il proseguimento del percorso oltre che sottolineare il grande livello di maturità e serietà di tutti gli abitanti della Valle Sabbia”. Ad oggi ben 25 comuni hanno abbracciato la nuova sfida della raccolta differenziata.

Torna su
BresciaToday è in caricamento