homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

18 ottobre 2013: è sciopero generale del pubblico impiego

USB, Cobas e CUB: "Comprano cacciabombardieri e intanto tagliano a scuola e sanità"

La Confederazione USB, la Confederazione Cobas e la CUB hanno proclamato lo sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private per l’intera giornata del 18 ottobre 2013.

L'agitazione è stata decisa dopo che il Cdm ha approvato una proroga al 31 dicembre 2014 del blocco dei contratti e dell'aumento degli stipendi per i lavoratori del pubblico impiego.

Scrivono i sindacati: "Il governo sostenuto dal Presidente Napolitano conferma l’acquisto degli F35, costosissimi cacciabombardieri da guerra mentre sottrae fiumi di denaro alla scuola e alla ricerca pubblica, alla sanità, alla previdenza. La disoccupazione non scenderà, né quella giovanile né quella generale, e cresceranno invece l'indignazione e il desiderio di rivolta".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Svaligiano una casa, poi fuggono su un'auto rubata tra gli spari

    • Cronaca

      Ubriaco se la prende con la moglie: viene picchiato dai vicini

    • Cronaca

      "8 euro per due sardine, è una truffa": polemica per la sagra di paese

    • Cronaca

      Paese sotto shock per la morte del carabiniere: "Faceva sorridere i bambini"

    I più letti della settimana

    • Sempre meno aziende bresciane: boom degli immigrati (ma imprenditori)

      Torna su
      BresciaToday è in caricamento