Pioggia di fondi per la valle: in arrivo un centro termale da 12 milioni

Il piano strategico dei Comuni della Valcamonica potrebbe valere addirittura 28 milioni di euro: pronta la "lista della spesa". Tra i progetti più interessanti il centro termale di Ponte di Legno, da 12 milioni

Se ne parla da tempo, ora il sogno potrebbe finalmente diventare realtà: Ponte di Legno prenota il suo “grande” centro termale. Del progetto si sa ancora poco, i dettagli sono in divenire. Ma il cantiere sarebbe già in programma, soprattutto a seguito della conferma della stipula del piano strategico che in tutto coinvolgerà una ventina di Comuni della Valcamonica.

Se tutto dovesse andare come deve andare, la Provincia di Brescia insieme a quelle di Trento e Bolzano – a conti fatti, i “veri” finanziatori – potrebbero erogare la bellezza di 28 milioni di euro. E per tutta la valle sarebbe un colpaccio. In particolare, sono cinque i Comuni interessati: Breno, Ceto, Cevo, Saviore e appunto Ponte di Legno.

Il centro termale di Ponte porterà con se anche una “sontuosa” spa: il preventivo previsto, per ora, è di circa 12 milioni di euro. Gli altri interventi: un polo multifunzionale al Parco dell'Adamello, in territorio di Cevo, un polo socio-sanitario a Saviore.

Ma anche 5 milioni a Ceto per un progetto legato alle energie alternative e al turismo. A Breno invece si ragiona sulla nuova piscina, con un investimento di circa 3 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la piccola Nina: "Vola per sempre amore mio, la mamma arriva presto"

  • Fine settimana in Franciacorta per Belen Rodriguez e Stefano De Martino

  • "Amore mio, sposiamoci", ma in realtà gli deve un debito per la cocaina

  • 13enne ruba 9mila euro in casa propria, poi subisce la rapina da due amici

  • Auto sbatte contro il guard rail e si ribalta: morto un bambino, ferite due ragazzine

  • Infarto nel parcheggio dell'ospedale: morto ex preside e sindaco bresciano

Torna su
BresciaToday è in caricamento