Montichiari: la Senini si aggiudica il green innovation award per la sostenibilità aziendale

Il riconoscimento in occasione della fiera Ecomondo di Rimini,

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

La Senini Srl di Montichiari - azienda leader in Italia nella produzione di pavimenti autobloccanti, di cordoli, blocchi per murature -  da anni impegnata in attività di ricerca e sviluppo su materiali eco-compatibili per l’edilizia ha ricevuto il prestigioso Premio Oasis Ambiente - Green Innovation Award 2019, nella categoria Bioedilizia.

Il riconoscimento in occasione della fiera Ecomondo di Rimini, con la seguente motivazione: “Per la strategia dell’azienda da molti anni impegnata nella produzione di materiali innovativi, eco-sostenibili e a basso impatto ambientale. Per la tecnologia Tecnocanapa, una gamma di materiali da costruzione che soddisfa l’elemento fondamentale della nuova strategia di sviluppo sostenibile: minimizzare il consumo energetico durante la fase di produzione del materiale edilizio, nella fase di costruzione e durante l’intero ciclo di vita dell’edificio”.

Il Premio Oasis Ambiente viene assegnato dalla rivista Oasis, nella persona del suo direttore editoriale Alessandro Cecchi Paone, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e il Gruppo 24 Ore in qualità di media partner. Tale Premio è nato per valorizzare e promuovere le imprese italiane che abbiano dato un contributo innovativo in termini di sostenibilità ambientale e responsabilità sociale nello svolgimento della propria attività produttiva.

“La Senini ha sempre avuto una particolare sensibilità per i temi ambientali. Siamo stati i primi nel nostro settore ad ottenere la certificazione ambientale ISO 14001 e con i prodotti da pavimento esterno della linea Ecotop, riusciamo ad abbattere l’inquinamento atmosferico grazie ad un processo fotocatalitico” spiega Massimo Senini, presidente del Gruppo Senini, dopo aver ritirato il premio in prima persona. Continua: “In particolare dal 2015, con la linea Tecnocanapa operiamo anche nel settore della bioedilizia, dei materiali da costruzione naturali e delle tecnologie per l’efficienza energetica puntando alla riduzione dei consumi energetici di edifici nuovi ed esistenti e al miglioramento del comfort abitativo degli occupanti”.

“Il premio è un importante riconoscimento per il brevetto da me elaborato sui prodotti biocompositi in canapa, calce e microrganismi probiotici come Blocco Ambiente®, Bio Beton® e Natural Beton®” aggiunge Gilberto Barcella, Direttore Tecnico e Ricerca & Sviluppo per la linea Tecnocanapa. “Grazie alle particolari proprietà di isolamento termico, isolamento acustico e regolazione igrometrica di canapa e calce, siamo in grado di ristrutturare e realizzare edifici super efficienti e confortevoli oltre che estremamente salubri per gli occupanti. La nostra è l’unica tecnologia nel settore edile con un impatto positivo per l’ambiente poiché sottrae CO2 dall’atmosfera invece che inquinare ed è quindi una soluzione concreta nella lotta contro i cambiamenti climatici. Proprio per queste qualità, al momento siamo impegnati in Svezia con la nostra tecnologia nel cantiere in bioedilizia più grande al mondo, dove stiamo contribuendo a realizzare Divinya, il centro Yoga del maestro indiano Guruji Sri Vast, il quale a fine lavori avrà immagazzinato nel suo involucro 190 tonnellate di CO2.”

Torna su
BresciaToday è in caricamento