Lumezzane: Frabosk Casalinghi verso il concordato, 15 operai a rischio

La Frabosk Casalinghi Sas di Lumezzane punta sul concordato preventivo. Presentata la domanda al Tribunale di Brescia

La Frabosk Casalinghi Sas ha presentato domanda di concordato preventivo al Tribunale di Brescia. L'azienda di Lumezzane, attiva nel campo della produzione di casalinghi in acciaio inossidabile, attraverserebbe un periodo di crisi e non riuscirebbe a far fronte ai debiti. 

Il piano di concordato non è ancora stato reso noto: l'impresa - fondata nel 1930 con il nome "Fratelli Ghidini Bosco" - avrebbe infatti chiesto una proroga al tribunale per consegnare la versione definitiva. A rischio il futuro dei 15 dipendenti dell'azienda.

Potrebbe interessarti

  • Per tutta estate il paese illumina strade e palazzi: sul lago il borgo più romantico d'Italia

  • Comune di Brescia: sedi CAAF Cgil

  • Le 5 migliori spiagge del lago di Garda

  • CAAF Cisl di Brescia: indirizzo, telefono, orari

I più letti della settimana

  • A tutta velocità, fermato dalla Polizia: a bordo c’è un bimbo che sta male

  • Si sporge dal finestrino, ragazzo cade dal furgone in corsa e muore sul colpo

  • Addio al celibato degenera nell’alcol: pene gigante contro i passanti

  • In arrivo un'ondata di caldo record: quando è previsto il picco

  • Tenta il suicidio nel ristorante dove lavora, gravissimo giovane cameriere

  • Tragica morte di ‘Ale’, la svolta: operaio indagato per omicidio colposo

Torna su
BresciaToday è in caricamento