Shopping dell'acciaio: offerta da 39 milioni di euro per la Leali Steel di Odolo

Il gruppo Ori Martin avrebbe già pronta un'offerta da 39 milioni di euro per l'acquisizione del laminatoio Leali Steel di Odolo. Salterebbe dunque l'ipotesi dell'interesse Cevital

Una costosa (ma in prospettiva remunerativa) campagna acquisti per il gruppo Ori Martin di Brescia: pronta un'offerta da 39 milioni di euro per acquisire la Leali Steel di Odolo, ora di proprietà degli svizzeri della Klesch, già sotto i riflettori per una presunta offerta (che a quanto pare non si è mai concretizzata) da parte degli algerini della Cevital.

Un affare che invece potrebbe essere risolto a chilometro (quasi) zero: il concreto interesse della Ori Martin sarebbe già stato confermato da diverse fonti anche sindacali, e già riportato da Siderweb. E intanto si aspetta: sono due le ipotesi di offerta, i 39 milioni già annunciati oppure i 32 milioni di un'eventuale gara di vendita pubblica.

Il gruppo Klesch vende tutto, non solo a Odolo: anche l'acciaieria di Borgo Valsugana, provincia di Trento, è nella lista dei trasferimenti. Anche in questo caso ci sarebbe già un'offerta: 2 milioni e mezzo di euro da parte della Mosteel, azienda con sede a Roma fondata la scorsa primavera.

La Leali Steel, a Odolo e Borgo Valsugana, ad oggi conta ancora 250 addetti: erano più di 350, poi inevitabile è arrivata la crisi di ristrutturazione, la cassa integrazione. La vendita a Cevital sembrava legata a filo doppio alla riapertura dell'ex acciaieria Lucchini di Piombino, che dovrebbe riaprire (forse) le sue porte nel 2019. Ma anche quell'offerta sembra scomparsa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Terribile schianto sulla Statale: Paolo non ce l'ha fatta, è morto in ospedale

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento