La Italmill di Cologne venduta agli inglesi: un affare milionario

Si è conclusa da qualche settimana l’acquisizione della storica Italmill di Cologne da parte della Ab Mauri, controllata della britannica AFB

Italmill di Cologne

Affare milionario da Via San Pietro a Cologne alla Borsa di Londra: la Italmill Spa è stata acquisita dal gruppo Ab Mauri, che vanta più di 7000 dipendenti e 52 stabilimenti in tutto il mondo, a sua volta di proprietà della multinazionale britannica Associated British Food, un colosso da oltre 137mila dipendenti e un fatturato di 17 miliardi e mezzo di euro. L’operazione si è conclusa solo poche settimane fa.

Una storia gloriosa quella della Italmill, la denominazione più recente di un marchio fondato addirittura nel 1911, a MIlano, come Molini Besozzi Marzoli. Anche se le origini sono ancora più antiche, di almeno un decennio: quando lo storico fondatore, Cesare Besozzi, impiantò a Varese il primo molino a granone.

Negli anni, e nei decenni, l’azienda si è fatta un nome (anche a livello internazionale) nel settore delle farine e dei semilavorati per pasticceria e panetteria: tra i marchi più noti di proprietà della Italmill ricordiamo Scrocchiarella, Novacrem, D’Arbo, Bontà Farine e Miscele del Gusto, solo per citarne alcuni.

Nel 2018 la Italmill ha chiuso il bilancio con un fatturato di circa 35 milioni di euro, ricavi in gran parte realizzati in Italia: lo stabilimento di Cologne ad oggi occupa una cinquantina di dipendenti. Adesso una nuova avventura: un’acquisizione che vale come trampolino di lancio anche a livello internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brutta sorpresa dopo lo shopping: auto sparite fuori dal centro commerciale

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Le prime cinque aziende bresciane per fatturato

  • Schianto frontale nella notte: auto sventrata, morto un uomo

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

Torna su
BresciaToday è in caricamento