Gnutti Maclodio: 2017 da capogiro, il fatturato raggiunge quota 428 milioni

Record storico di ricavi per l'azienda bresciana leader mondiale nella produzione di componenti e sistemi per il Valve Train e gruppi iniezione

Davvero un'annata splendida, oltre ogni record per la Carlo Gnutti di Maclodio. Nel 2017  il gruppo presieduto da Pier Carlo Gnutti ha realizzato un fatturato di 428 milioni di euro, una cifra mai raggiunta dalla storica azienda - è stata fondata nel 1920 - leader mondiale nello sviluppo e nella produzione di componenti e sistemi per il Valve Train e gruppi iniezione.

Una crescita del 17% rispetto al 2016 che si riflette su tutte le divisioni del gruppo che chiude l'anno con utile che raggiunge quota 28,2 milioni di euro. Il risultato, molto più che positivo, si deve all'incremento dei ricavi, al buon andamento di tutte le società e al miglioramento delle perfomance della controllata americana e di quella cinese. Un anno di crescita e di cambiamenti con la nuova organizzazione per divisioni.

Un gruppo solido e in continua netta crescita dopo la crisi del 2009: oltre 2500 i dipendenti e 11 stabilimenti sparsi per il mondo, l'ultimo  è sorto in Canada, nello stato dell'Ontario ed entrerà a regime il prossimo anno.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • Per la figlia avuta da Renga, Ambra sogna un futuro da Aurora Ramazzotti

Torna su
BresciaToday è in caricamento