Espansione senza confini per la Dac, l'utile vola a 14 milioni

La Dac di Flero, primo gruppo italiano nel settore del foodservice, ha recentemente acquisito anche il ramo food del distributore Doreca

Una politica espansionistica che sembra non finire mai e un'utile in continua e netta crescita. La Dac di Flero è sempre più intenzionata a diventare il primo gruppo italiano nel settore della fornitura di prodotti alimentari e attrezzature per ristoranti, alberghi, mense e comunità.

L’ultima di una lunga serie di acquisizioni è avvenuta lo scorso dicembre: l'azienda, fondata negli anni ’70 da Giuseppe Scuola, ha assorbito il ramo food del distributore indipendente Doreca, un gruppo storico della distribuzione alimentare, che nel 2016 ha sviluppato ricavi superiori ai 200 milioni di euro. 

Una mossa strategica per il gruppo bresciano, cresciuto costantemente fino a diventare il player di riferimento nazionale nel settore della distribuzione alimentare per la ristorazione. L'acquisizione del ramo d'azienda Doreca ha permesso alla Dac di fornire due servizi d'eccellenza -come ha spiegato l'ad Daniele Scuola al Giornale di Brescia- : l'ittico fresco per la ristorazione e quello di macelleria. 

L'operazione si somma all'acquisizione, avvenuta nel 2016, del gruppo Quartiglia, che ha portato ha un'impennata dei ricavi: passati da 286 a 352 milioni di euro. Vola anche l'utile, che nel 2017 ha raggiunto quota 14 milioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

Torna su
BresciaToday è in caricamento