L'attesa è finita: al traguardo il nuovo stabilimento da 28 milioni di euro

Operativo in realtà dalla scorsa estate, verrà ufficialmente inaugurato sabato mattina (ore 10.30) il nuovo stabilimento della Tavina a Cunettone. L'investimento sfiora i 29 milioni di euro

Una lunga attesa, ma senza dubbio ne è valsa la pena: operativo in realtà da qualche mese, dalla scorsa estate, il nuovo stabilimento della Tavina di Cunettone di Salò verrà ufficialmente inaugurato sabato mattina, con taglio del nastro previsto intorno alle 10.30 in presenza non solo del sindaco Gianpiero Cipani ma anche del presidente della Regione Roberto Maroni.

Il nuovo impianto è costato in tutto più di 28 milioni di euro: per realizzarlo ci sono voluti una decina d’anni, nove per completare l’iter autorizzativo e poi solo 400 giorni di lavori. Lo stabilimento è stato realizzato al confine con Puegnago, sulla strada che sale dalla celebre rotatoria di Cunettone.

La fabbrica ha una capacità produttiva (minima) da 200 milioni di bottiglie l’anno (più o meno come il vecchio stabilimento di Salò, alle Zette): l’obiettivo dichiarato dell’azienda, e i nuovi impianti ne hanno la capacità, è di arrivare a produrre quasi 400 milioni di bottiglie.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si accascia a terra in casa, giovane mamma uccisa da un improvviso malore

  • Investita mentre attraversa la tangenziale di notte: morta ragazza di 22 anni

  • Ucciso dal cancro: fino all'ultimo Luca ha voluto gli amati cani al suo fianco

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Donna trovata morta nel canale: potrebbe essere stata uccisa

  • Uccisa e fatta a pezzi dal marito: "Conosceva il suo tragico destino"

Torna su
BresciaToday è in caricamento