CGIL, CISL e UIL: «Subito risposta per i lavoratori esodati!»

In terra lombarda sono almeno in 20mila senza pensione e senza lavoro, vittime di un cambio in corsa di quelli che erano i percorsi pensionistici già concordati. I sindacati insorgono: "Azione forte e continuativa"

Sindacati sul piede di guerra per difendere tutti quei lavoratori cosiddetti ‘esodati’, quei lavoratori che sulla base della recente riforma che ha cambiato in corsa i percorsi di accompagnamento alla pensione già concordati, si trovano nella difficile situazione di non poter esigere il diritto alla pensione a fronte degli esaurirsi degli ammortizzatori sociali. CGIL, CISL e UIL sottolineano che non è ammissibile “lasciare a metà” tutti quei lavoratori e tutte quelle lavoratrici che volontariamente “avevano accettato percorsi di mobilità con la garanzia di raggiungere al termine della stessa il pensionamento”.

In terra lombarda sono più di 20mila, lavoratori e lavoratrici “che provengono da aziende fortemente in crisi che non possono più contare su nessuna ricollocazione”. I sindacati chiedono ora a gran voce una risposta concreta, e si dicono pronti a svolgere “un’azione forte e continuativa fino a quando non sarà garantita tale risposta adeguata”. Oggi pomeriggio una prima mobilitazione, anche a Brescia, con un presidio organizzato proprio al di fuori della Prefettura.

“CGIL, CISL e UIL – concludono i sindacati – chiedono che nella fase di confronto nazionale aperto tra Governo e parti sociali sul piano nazionale si trovino adeguate risposte positive a questo tema, senza ritardi, incertezze o possibili ricatti da parte di nessuno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

  • Massacrata di botte la fidanzata: la crede morta e brucia l'appartamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento