Carnevali affonda, stavolta per sempre: chiudono i negozi, 20 licenziamenti

Stavolta è la fine, davvero: non ha funzionato il piano di rilancio dopo il fallimento della storica società. Carnevali chiude i battenti

Stavolta è la fine, davvero: lo storico marchio Carnevali chiude i battenti, per sempre. La notizia è di poche ore fa: a poco più di un anno dal piano di salvataggio, dopo il fallimento della società storica, è stata avviata una procedura di licenziamento collettivo (che coinvolge i 20 dipendenti rimasti) che porterà dunque inevitabilmente alla chiusura degli store di Brescia, in Via Cefalonia, e di Lonato.

Il marchio Carnevali, i brand di proprietà e i negozi, erano stati acquisiti nel giugno 2018 dall'imprenditore cinese Chen Wen Xu, a Brescia da più di 25 anni e noto anche come “Sandro”, prorpietario di Aumai.

Era stato proposto un piano di rilancio, con il salvataggio del brand e dei 20 lavoratori rimasti (erano 45 nel 2017, quando venne avviata la procedura di fallimento originale). Niente da fare: il mercato non ha risposto come avrebbe dovuto. E per Carnevali cala il sipario. Una volta per tutte.

Potrebbe interessarti

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • Biscotto di anguilla, baguette di lumache: i migliori ristoranti bresciani per il Gambero Rosso

  • La ciclabile dei sogni batte ogni record: in un anno visitata da 325.000 persone

  • La dieta detox per tornare in forma e depurare l’organismo

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Sfonda il parabrezza, sbalzato sull'asfalto per diversi metri: muore a soli 26 anni

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

  • Stroncato dalla malattia, papà di due bambine muore a soli 34 anni

  • Terribile incidente: schiacciato da 15 tonnellate di acciaio, muore padre di famiglia

Torna su
BresciaToday è in caricamento