Caffaro: sindacati e istituzioni contro il trasferimento

Tavolo istituzionale in Regione per cercare di trovare una soluzione alla minaccia occupazionale del sito di via Milano. I sindacati chiedono risposte concrete nel breve periodo

"Il tempo non è nostro alleato. Occorrono risposte". Al termine dell’incontro sulla Caffaro nella sede di Brescia della Regione, Rino De Troia, componente della Segreteria della Femca Cisl di Brescia, sottolinea così una variabile non secondaria della vertenza apertasi nella fabbrica bresciana dopo che la società ha avanzato l’ipotesi di trasferire la produzione in cerca di costi energetici più bassi.

La convocazione del tavolo Istituzionale regionale – presenti istituzioni, rappresentanti aziendali e organizzazioni sindacali confederali e di categoria – segue l’audizione del primo ottobre alla Commissione Attività produttive del Consiglio Regionale.

Il primo intervento della riunione è stato quello del Segretario provinciale della Cisl, Enzo Torri, che ha sinteticamente ripercorso la vicenda del rilancio della Caffaro con l’accordo sindacale di due anni fa e gli sviluppi registrati in questi ultimi mesi, ribadendo con forza che l’obiettivo sindacale è quello del mantenimento della produzione nel sito cittadino e della salvaguardia dell’occupazione.

L’azienda ha dichiarato che l’incidenza del costo dell’energia sul costo del prodotto è del 42% e che ciò determina oggettivi problemi di competitiva sul mercato. I sindacati hanno rimarcato che tutto ciò che poteva essere fatto dai lavoratori per rendere l’azienda più efficiente e stato fatto attraverso la qualificazione professionale, percorsi per obiettivo largamente condivisi e un costante spirito di collaborazione, per cui ulteriori spazi di manovra su questo versante sono stati esauriti.

La riunione del tavolo istituzionale è stata aggiornata a fine mese. L’attesa è sulla possibilità che la Regione dia corso alla nuova legge per la competitività delle imprese dalla quale, si spera, potrebbe venire un concreto incentivo al ripensamento delle intenzioni della Caffaro Brescia Spa.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento